Non è il 1979, non c’è Clint Eastwood ad interpretare Frank Morris e non ci si trova ad Alcatraz ma la fuga si ripete. Siamo a Napoli, a Secondigliano, in una villetta sita di fronte al campo rom. Ad architettare e realizzare l’evasione è stato il trentottenne serbo Nikolic Rade. Era evaso lo scorso 16 novembre durante la fruizione di un permesso premio con scorta presso la propria abitazione sita a Napoli. Suo figlio aveva finto un malore e lui, approfittando della distrazione degli agenti, aveva messo le ali ai piedi ed era sparito. Il detenuto di origini serbe è stato rintracciato da personale della Squadra Mobile di Napoli e da personale del Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria, con il contributo della Polizia Scientifica, in una villetta a Pozzuoli.