Un antico casale in Toscana e una tata che se ne prende cura. Una compagnia teatrale alle prese con le prove di uno spettacolo. Una tre giorni condita da amicizia e convivialità, musica, amori improvvisi e narrazioni spontanee. Insieme, uniti ma diversi, i protagonisti dialogano con se stessi alla ricerca dei propri sogni trasformando, a tratti, la grande cucina del casale in un inconsueto e personale setting terapeutico, complici ingredienti tradizionali e vecchie ricette. E’ questo il plot alla base di “Era proprio necessario”, opera letteraria scritta da Anna Stromillo e Diego Paura.