Enti e fondazioni uniscono le forze per restituire il murales di Alighiero Noschese, Massimo Troisi e Toto’ alla cittadinanza. Una bella storia che nasce dalla volonta’ della Fondazione Banco di Napoli, insieme con Meridonare, Arteteca ed Eav a San Giorgio a Cremano, terra natia di Troisi, dove era stato realizzato il murales dedicato a questi volti noti ed amati, poi distrutto da alcuni vandali. Un messaggio importante per dire che a vincere deve essere l’ immagine positiva della citta’. “Deturpare un murales, un’ opera d’ arte vuol dire disgregare, portare bruttezza”, ha commentato il presidente della Fondazione Banco di Napoli Daniele Marrama. Tutti gli abitanti del luogo e della regione sono chiamati a dare un proprio contributo qualora sentano la causa familiare. E’ stata aperta infatti una vera e propria campagna di crownfunding che richiama l’ hashtag di solidarieta’ conosciuto come #jesuis. Il primo donatore e’ stato l’ assicuratore Angelo Coviello.