Nato a Campobasso, in Molise, nel 1960. Laureato in scienze politiche, giornalista e consulente d’azienda. Stefano Caldoro ha iniziato la sua esperienza politica nel 1985, eletto nel Consiglio regionale della Campania, come esponente del Partito Socialista Italiano. Diventa deputato nel 1992 sempre tra le file del PSI. Nel 1994, dopo lo scioglimento del PSI, decide di aderire al gruppo socialista che si schiera con la coalizione del Polo delle Libertà. Da li i primi contatti con Silvio Berlusconi. Nel 1999 viene candidato, per il centrodestra, alla presidenza della Provincia di Napoli, risultando sconfitto. Ma si rifarà nella tornata elettorale regionale del 28-29 marzo 2010 quando viene candidato alla Presidenza della Regione Campania venendo eletto presidente con il 54,2% dei consensi contro il 43% del suo principale sfidante, Vincenzo De Luca (PD). Sarà la prima delle tre sfide. La seconda infatti avviene cinque anni dopo quando nel 2015 viene ricandidato alla presidenza della Regione Campania per un secondo mandato ancora contro lo sfidante Vincenzo De Luca, e contro la candidata del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino. In questo caso però perde le elezioni regionali, sconfitto da De Luca (41,15%) per circa 66.000 voti. Ed è così che arriviamo ai giorni nostri con la terza sfida elettorale che deciderà il prossimo 20 e 21 settembre chi siederà sulla poltrona di palazzo Santa Lucia per i prossimi cinque anni. Tante le iniziative elettorali in programma prima del voto. Tra queste la presentazione che si è svolta all’Holiday Inn di Napoli per la presentazione della lista Caldoro Presidente – Nuovo Psi/UDC. Alla presenza dell’onorevole Lorenzo Cesa.