La mafia nera non agisce da sola, ma gode della collaborazione della camorra. Ce lo conferma ancora Don Carmine Schiavone: “Gli organi sarebbero sottratti ai ragazzi e ragazze fatti arrivare con l’inganno in Italia, costretti prima alla prostituzione e poi venduti come merce umana. Noi ci interessiamo di questa zona, siamo nel basso casertano, quindi al limite della provincia di Napoli e qui viviamo il dramma della camorra organizzata.”