Sono state rintracciate ed arrestate in Romania, dove erano fuggite, le due donne ritenute responsabili della morte del 37enne Memet Lucian, avvenuta nel campo rom di Ponticelli nell’ agosto dello scorso anno. L’ arresto, eseguito da personale del servizio di cooperazione internazionale di polizia e della polizia romena, e’ avvenuto grazie alle indicazioni fornite dai carabinieri della sezione “catturandi” del nucleo investigativo di Napoli e della compagnia di Poggioreale. Le due donne, entrambe rumene ed in concorso con un loro connazionale 22enne, sono accusate di omicidio per il fatto avvenuto il 13 agosto 2016 quando, all’ interno del campo nomade di Via Wolf, Memet Lucian venne raggiunto e colpito al collo e spalle da oggetti contundenti nel corso di una lite scoppiata per futili motivi. Si attende adesso l’ estradizione in Italia delle due accusate.