La situazione è ancora grave, gravissima ma se si vanno ad analizzare i dati, i numeri, in Regione Campania si muore meno per #coronavirus rispetto le altre regioni d’italia. Il dato emerge dal tasso di decessi per mille contagiati: sono 6,4 in Campania che sta in coda alla classifica delle regioni con il miglior dato contro i 26,5 in Valle D’Aosta, il peggiore.Per le altre regioni la media nazionale di 11,8 morti per mille contagiati. La Campania quindi, seconda solo alla Regione Lombardia, in questa #secondaondata, per numero di persone «attualmente positive», registra la più bassa percentuale di morti dell’Italia nonostante l’impennata di decessi subita dal 18 ottobre quando evidentemente si sono pagati gli alti numeri di contagi di inizio ottobre.
 
Secondo gli ultimi dati anche le terapie intensive sono, a sabato scorso, le meno occupate d’Italia: la media nazionale è di 0,49% dei contagiati in Campania lo 0,22%, il dato più basso d’Italia mentre il valore più alto lo hanno Sicilia (0,75%) e Puglia (71%). Ciò non toglie che gli ospedali della Regione sono in estrema difficoltà e questo risulta un dato singolare visto che si muore di meno, forse perchè chi contrae il virus ha un’età media più bassa rispetto alla media ed il virus è meno letale.