Ciro Verdoliva si avvia alla guida della Asl Napoli 1 Centro. Quella che finora era solo una voce di corridoio sta diventando una possibilità reale. A decidere è il governatore della Campania Vincenzo De Luca che, secondo quanto trapela, avrebbe vinto le ultime resistenze del direttore generale della Asl Mario Forlenza e del manager del Cardarelli Ciro Verdoliva. Il primo ad accettare di assumere altri ruoli (forse sub commissario amministrativo in un’altra Asl, ma non è ancora stabilito) e il secondo a mollare il timone del più grande ospedale del Sud per insediarsi sul ponte di comando della altrettanto vasta, quanto problematica, Asl Napoli 1. Fonti bene informate rivelano che Forlenza già ieri abbia iniziato a mettere ordine tra le carte e i documenti del suo ufficio al Frullone anticipando un trasloco ormai dato per certo. Alla guida del Cardarelli, in questa complessa fase di interregno, resterebbe Anna Iervolino, attuale direttore amministrativo, anche lei con funzioni di commissario. Intanto Verdoliva e Forlenza si sono incontrati per tracciare il punto sull’Ospedale del mare e farne un centro clinico di complessità pari a quello del Cardarelli. Il nosocomico pur disponendo di elevate professionalità e carente di infermieri. Al palo anche l’approvvigionamento di molti beni di consumo che impediscono il funzionamento di apparecchiature ad alta tecnologia tra cui l’ecolaser, il robot chirurgico e il neuromonitor. Carenze che rallentano soprattutto le attività di sala operatoria.