“No all’alleanza, con qualsiasi partito esso sia.” Questo il tenore degli oltre cento inteventi durante l’assemblea del Movimento 5 Stelle che si è svolta ieri all’Hotel Ramada a Napoli. Oltre il 90 per cento degli attivisti è contrario all’intesa, occhi puntati sul presidente della Camera, Roberto Fico, uno dei protagonisti del dialogo con il centrosinistra…. resta seduto oltre sei ore ad ascoltare. e poi – proprio come ai tempi del meetup – tiene il suo intervento per ultimo.

«Si è detto che siamo contro il sistema, è vero nel senso che vogliamo cambiarlo, ma siamo anche parte delle istituzioni, io – dice Fico con un tocco di realismo – sono la terza carica dello Stato e il Movimento parteciperà alle nomine, a partire dalla Rai. Possiamo decidere di dimetterci tutti e di stare all’opposizione, ma sono convinto che la fotografia della Campania a giugno non sarà diversa da quella di adesso. I facilitatori regionali porteranno a Vito Crimi queste opinioni e si deciderà».

Al banco a gestire gli interventi ci sono la capogruppo regionale Valeria Ciarambino, il deputato Salvo Micillo, il parlamentare e facilitatore Luigi Iovino.

Tra gli interventi anche quello del prossimo candidato alle suppletive per il movimento ciqnue stelle  Luigi Napolitano, ascoltiamolo.