Convocate in Prefettura, per martedì 26 febbraio, le sigle Fit Cisl, Filt Cgil e Uiltrasporti. Sul tavolo di discussione la situazione finanziaria di Anm. L’azienda napoletana vive da tempo in un clima teso: in giornata i dirigenti Anm non hanno raggiunto alcuna intesa con i rappresentanti di altri gruppi sindacali, quali Orsa, Faisa Cisal e Usb. La prospettiva più credibile, a questo punto, è quella di uno sciopero, che potrebbe essere proclamato per il prossimo 8 marzo.

«Ci auguriamo che a questo tavolo – dice il segretario generale Fit Cisl Campania Alfonso Langella – emergano le condizioni per far assumere all’azienda impegni seri in modo da evitare una serie di scioperi. Vogliamo fare chiarezza sul quel che accadrà dal primo gennaio 2020 in poi».