Primo appuntamento decisivo per la stagione del Napoli. Nella trasferta di Rotterdam contro il Feyenoord gia’ eliminato gli uomini di Sarri si giocano il passaggio agli ottavi di Champions League. Il destino pero’ non e’ tutto nelle mani di Hamsik e soci: una buona fetta di qualificazione dipendera’ infatti dalla partita di Donetsk in cui agli ucraini dello Shakhtar bastera’ un pareggio contro il Manchester City gia’ qualificato per eliminare gli azzurri. Nonostante questo il Napoli sembra intenzionato a dare il cento per cento per centrare la vittoria e poi sperare in buone notizie dall’ Ucraina. Una qualificazione porterebbe oltre al prestigio di essere tra le magnifiche sedici d’ Europa anche molti euro nelle casse della societa’, che potrebbero essere utilizzati nel mercato di riparazione di gennaio per qualche rinforzo, che oggi appare quanto mai necessario per affrontare la seconda, decisiva parte di stagione. La trasferta olandese, pero’, non e’ iniziata sotto buoni auspici: Lorenzo Insigne, costretto ad abbandonare il campo anzitempo durante la partita contro la Juve, e’ stato fermato dalla pubalgia: nemmeno convocato, e’ rimasto a Castelvolturno per svolgere allenamenti differenziati e terapie: si cerchera’ di recuperarlo per la partita casalinga di campionato, domenica contro la Fiorentina. Si interrompe, dunque, dopo sessanta partite consecutive, la striscia del talento napoletano da titolare con la maglia azzurra. A Rotterdam principale indiziato a sostituire Lorenzo il Magnifico sara’ il polacco Zielinski, favorito su Giaccherini e Ounas che dovrebbe completare il tridente offensivo insieme ai soliti Mertens e Callejon. A centrocampo Diawara dovrebbe concedere un turno di riposo a Jorginho. Appuntamento alle 20,45, dunque per centrare il primo obiettivo stagionale e ritrovare il feeling, smarrito contro la Juve, con lo spettacolo ed i gol.