Cesare Battisti è atterrato all’aeroporto romano di Ciampino alle 11.35. Arrestato in Bolivia a Santa Cruz, e partito ieri sera dal paese sudamericano, l’ex terrorista dei Proletari armati per il comunismo, verrà portato nel carcere di Rebibbia per scontare l’ergastolo senza benefici (pena invece

esclusa da un accordo bilaterale Roma-Brasilia).


Ad attendere il suo arrivo a Ciampino i ministri dell’Interno e della Giustizia, Matteo Salvini e Adriano Bonafede. Un tweet della Polizia di Stato commenta l’arresto: «Dietro questo momento ci sono giorni e notti di chi non ha mollato mai. Grazie alla caparbietà di chi silenziosamente ci ha sempre creduto». Il ministro dell’Interno commenta: «Oggi è una giornata di giustizia per la memoria delle vittime».

Folla di reporter sulla pista dell’aeroporto militare di Ciampino. Battisti verrà preso in consegna dalla polizia penitenziaria.