Timber by EMSIEN-3 LTD
Seguici su Facebook sulla pagina https://www.facebook.com/SIcoMunicazione
Tecnologia

Sta assumendo sempre più le proporzioni di un vero e proprio disastro ambientale la situazione che vede il Vesuvio e i suoi abitanti accerchiati dalle fiamme. Il più pericoloso dei cinque focolai sta lambendo le abitazioni alle pendici del vulcano e si estende per oltre 2 chilometri dopo che due incendi si sono fusi in un unico inferno di fumo e fiamme dal lato di Ercolano ed Ottaviano.
Aria irrespirabile in tutta la zona che va da Torre del greco fino a San Sebastiano al Vesuvio e Massa di Somma. I cittadini temono per la loro salute e la loro incolumità,  costretti da giorni a tenere le finestre chiuse per non respirare i fumi che provengono dalle pendici del cratere. Molte le persone che hanno deciso di abbandonare le proprie case, trovando riparo da amici e parenti. Focolai di incendi dietro i quali molto probabilmente c’è una mano criminale. Le fiamme divampano nella Valle delle Delizie ad Ottaviano, in via Vesuvio ad Ercolano, già danneggiata da incendi nei giorni scorsi, nella zona a valle di Cappella Bianchini, a Torre del Greco ed in ultimo nella zona di San Sebastiano al Vesuvio. Sembra che a prendere fuco non siano solo sterpaglie, ma anche i tanti cumuli di rifiuti che si ammassano lungo le strade che costeggiano il Vesuvio. Un inferno che non accenna a diminuire. La speranza è che non aumenti il vento e che le fiamme vengano spente al più presto. Intanto il fumo denso e di colore nero, visibile da tutto il Golfo di Napoli, appesta l’intera area.

by -
124

Si apre con la fiera del futuro, la due giorni di festeggiamenti per la conclusione della prima classe dei 100 ragazzi della Apple Accademy. Presentazione, alle aziende del settore delle idee e dei progetti degli studenti, elaborati in questi mesi. Gli allievi, formati al lavoro del futuro e alle nuove tecnologie, pronti per l’industria 4.0. A San Giovanni a Teduccio, nel cuore dell’università Federico II di Napoli, la prima graduation napoletana degli alunni dell’ Accademy.

 

by -
148

Un “libro bianco” per raccontare risultati, numeri e dati dell’innovazione applicata al settore delle costruzioni; un Accordo con il Ministero della Difesa per utilizzare risorse e competenze per lo svolgimento di attività di ricerca, di consulenza scientifica, didattica e formazione; una tavola rotonda per sottolineare l’importanza dell’innovazione per raggiungere obiettivi di sviluppo e sostenibilità attraverso le azioni più significative realizzate a livello regionale, nazionale e internazionale.
Si sono celebrati così i primi sette anni di attività nel settore delle costruzioni sostenibili, il Distretto ad Alta Tecnologia, STRESS,, il presidente  Ennio Rubino ci presenta i risultati e gli obiettivi raggiunti in questi anni:
All’evento hanno preso parte tra gli altri il Generale Francesco Noto direttore della struttura progetto energia del ministero della difesa, Gaetano Manfredi, Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Rodolfo Girardi,  Vicepresidente Ance, Ambrogio Prezioso, Presidente dell’Unione degli Industriali di Napoli. Lorenzo Bellicini direttore del Cresme racconta come sta cambiando il settore delle costruzioni in questi ultimi anni e l’impatto sull’ambiente

 

 

 

Dall’Istituto  Tigem di Pozzuoli arriva un’importante scoperta in campo oncologico effettuata dal gruppo di ricerca guidato da Andrea Ballabio direttore dell’Istituto e professore ordinario di Genetica Medica all’Università Federico II di Napoli. La ricerca svolta in collaborazione con l’Istituto Europeo di oncologia, riguarda la descrizione di un meccanismo biologico la cui inibizione porta al blocco della crescita delle cellule tumorali.  La scoperta si basa sullo studio dei lisosomi dei piccoli organelli che si trovano all’interno delle nostre cellule, coinvolti in un ampio gruppo di malattie genetiche rare. Gli scienziati del Tigem hanno confermato che i lisosomi funzionano come veri e propri termovalorizzatori, ricavando energia da molecole che ormai non servono più. Lo studio dimostra che proprio l’inceppamento di questo meccanismo porta alla replicazione e alla crescita delle cellule tumorali, come nel caso dei melanomi e dei tumori del rene e del pancreas. I ricercatori del Tigem anno quindi dimostrato che l’inibizione di questo meccanismo blocca la crescita tumorale, suggerendo così una nuova strategia per la terapia dei tumori.

 

by -
157

Il più potente Mac mai realizzato da Apple arriverà in Italia alla fine del 2017. L’iMac Pro è annunciato come la workstation più performante di sempre con processori Intel Xeon di nuova generazione fino a 18-core. Il tutto in una scocca bellissima, di color grigio siderale, che ricorda tanto i “semplici” imac, ma che nasconde al suo interno un cuore potentissimo, la nuova GPU Radeon Pro Vega, scheda grafica più evoluta mai vista in un Mac, in grado di elaborare 11 teraflops a precisione singola, per un rendering 3D in tempo reale e una realtà virtuale a frame rate elevatissimo. Il display Retina 5K da 27 farà il resto. L’archiviazione è  affidata ad un nuovo SSD, a scelta nei tagli da 1, 2 o 4 TB. Due note a sfavore: non sarà possibile aggiornare questo gioiellino, perché anche la ram è saldata sulla piastra e il prezzo, sembra che il prezzo di partenza sia di 4900 dollari.

by -
265

E’ Stato il governatore della Campania Vincenzo de Luca a inaugurare questa mattina la Biobanca dell’istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno a Portici. Si tratta di una delle più importanti banche dati biologiche del Paese, strumento di conoscenza e di ricerca fondamentale sia in campo medico che in campo zoologico e alimentare, come ha sottolineato lo stesso presidente De Luca. L’inaugurazione rientra nella kermesse «Fattorie Didattiche» alla sua 11esima edizione, uno degli eventi a sua volta inseriti nel programma nel weekend di «Tutta n’ata storia», evento culturale che coinvolge il museo di Pietrarsa e l’università con la fondazione Napoli 99 e il liceo scientifico Silvestri di Portici. Ai nostri microfoni il direttore Antonio Limone.

Creare circuiti di innovazione tecnologica, capaci di valorizzare l’eccellenza e proporre occasioni di confronto tra istituzioni e imprese. Questo il principale degli obiettivi di Innovation Village 2017 in programma i prossimi 6 e 7 aprile alla mostra d’oltremare di Napoli. Due giorni di immersione nell’innovazione e nei nuovi scenari dell’industria 4.0, spaziando tra diversi settori di applicazione: manifattura digitale, agrifood, edilizia e tecnologie per la salute. La manifestazione è organizzata da Knowledge for Business, società specializzata nei settori della diffusione e del trasferimento delle innovazioni, presieduta da Massimo Bracale. Previsto un ricco programma con oltre 50 eventi tra incontri, workshop e tavoli di lavoro, e un percorso espositivo di 2800 mq dove gli innovatori presentano nuovi progetti e tecnologie. Principale supporter istituzionale dell’evento la Regione Campania in prima linea con l’assessore Valeria Fascione e il consigliere Francesco Alfieri. All’appuntamento del 6 e 7 aprile, non mancherà l’università Federico II, co-organizzatrice attraverso centro studi di servizi avanzati Cesma guidato da Leopoldo Angrisani.

Energie rinnovabili, contrazione dei consumi e mobilità sostenibile. Sono solo alcuni dei temi che animeranno la decima edizione di Energy Med, l’evento leader del centro sud italia, in programma dal 30 marzo al 1 aprile prossimi. Nei 10 mila metri quadrati della mostra d’oltremare destinati all’esposizione, sarà possibile verificare i progressi fatti grazie alle oltre 200 aziende specializzate che saranno a Napoli. Sarà anche possibile tracciare un bilancio degli ultimi 10 anni, come sottolinea il direttore di Enea Michele Macaluso. L’amministrazione comunale di Napoli, sensibile alle tematiche, non ha fatto mancare il suo supporto come sottolinea l’assessore all’illuminazione pubblica Ciro Borriello.