Timber by EMSIEN-3 LTD
Seguici su Facebook sulla pagina https://www.facebook.com/SIcoMunicazione
Sport

by -
94

Il Reale Yacht Club Canottieri Savoia e il Circolo Nautico Punta Imperatore, su indicazione di Federazione Italiana Vela e UVAI (Unione Vela Altura Italiana) e con i patrocini di Regione Campania, Comune di Forio d’Ischia e Coni – Comitato Regionale Campania, organizzano il Campionato Italiano assoluto di vela d’altura, in programma nelle acque di Forio d’Ischia dal 19 al 23 Giugno 2018. Si tratta del Campionato più importate della vela d’altura italiana, al quale negli ultimi anni hanno partecipato mediamente 80 barche, con un migliaio di velisti impegnati e una grande attenzione riservata dai media europei. La regata è a partecipazione internazionale, il titolo tricolore verrà assegnato al migliore scafo italiano. La manifestazione mette in palio il Trofeo UVAI, il Trofeo Carlo de Zerbi e per la prima volta il Trofeo DHL, sponsor del campionato. Sono previsti due campi di regata, entrambi al largo di Forio, zona che consente di regatare sia con perturbazioni, con le condizioni che diventano molto tecniche, che col tempo sereno che genera una termica con 12-15 nodi. Un campo che esalta gli aspetti tecnici della vela. Mentre, una volta scesi a terra, i velisti troveranno un paese storico, ricco di ristoranti, alberghi, terme, spiagge e attività sportive. La sera di venerdì 22 giugno una festa a tema celebrerà i “favolosi anni ’70”, alla quale parteciperanno non solo i velisti, ma anche i villeggianti. Ad accogliere i velisti sarà il Marina del Raggio Verde, porticciolo “gioiello” di recente costruzione nel cuore di Forio da 350 posti barca. I circoli organizzatori hanno siglato con le istituzioni un accordo che prevede tariffe di ormeggio agevolate anche per il periodo precedente la regata, allo scopo di incentivare la permanenza nel golfo delle imbarcazioni che, un mese prima, si recheranno a Capri per disputare la Rolex Cup.

“Abbiamo sentito subito il calore della città”. Lo ha detto la figlia del giornalista Luigi Necco, deceduto a quasi 84 anni, poco prima del rito funebre, celebrato nella chiesa di san Giovanni dei Fiorentini, in piazza degli Artisti, a Napoli, dal teologo don Gennaro Matino, secondo quanto si apprende dal parroco don Lello Sogno. La chiesa, mezz’ora prima dell’inizio delle esequie, era già colma. Colleghi, amici ma anche tanti cittadini, hanno voluto rivolgere al giornalista scomparso e alla sua famiglia, l’ultimo saluto. In chiesa i gonfaloni del Comune di Napoli e della Regione Campania

by -
193

Fatta, già fatta, come spesso succede: perché le gerarchie vengono scolpite sulla lavagna dal campo, da ciò che capita nel corso degli allenamenti, da quello che s’è verificato nel passato. E’ il momento dei titolarissimi, tocca (di nuovo, ancora) a loro: la seconda consecutiva in campionato (Spal e Cagliari), la quinta nel 2018, l’ottava in assoluto in serie A di una squadra che, perso Ghoulam, ha trovato in Mario Rui il suo erede naturale. Media gol a partita: tre italiane fra le big in Europa Media gol a partita: tre italiane fra le big in Europa. Si riparte dal Sant’Elia, dalla cinquina, e si piomba in un sabato assai speciale, un braccio di ferro a distanza (la Juve a Roma con la Lazio) eppure ravvicinato (si comincia un’ora dopo il fischio finale dell’Olimpico): si riparte da quel margine di più quattro ch’è stato generato dal rinvio della partita con l’Atalanta ma che psicologicamente ha inciso anche sulla prevendita, perché stare lassù, e senza avere addosso il fiato della Vecchia Signora, a Napoli dà conforto. Gli spettatori domani sera al San Paolo per la partita tutt’altro che trascurabile – anche se ormai nessuna lo è – contro la Roma saranno poco meno di cinquantamila, secondo le previsioni degli esperti, per una prevendita che sta dando soddisfazioni al club e che in due giorni pieni può ulteriormente rappresentare un elemento incoraggiante: al momento siamo a 38.000.

by -
168

Il Napoli ci ha messo quel pizzico di follia che chiedeva Sarri ed è uscito dall’Europa League a testa altissima battendo a domicilio 2-0 il Lipsia dopo il clamoroso 1-3 dell’andata, per il quale stasera sono aumentati i rimpianti. Certo, le assenze stavolta si sono sentite proprio nelle fila tedesche (Orban e Keita), ma il Napoli ha giocato una grande partita e “rischiato” di passare agli ottavi. Unica nota negativa: qualche energia di troppo è andata via in vista del match di Cagliari, per il quale tra l’altro andranno valutate le condizioni di Mario Rui, uscito anzitempo per un colpo al piede sinistro.

by -
196

Servirà un’impresa al Napoli per passare il turno in Europa League. Dopo l’1-3 di ieri al San Paolo gli azzurri dovranno battere 2-0 i tedeschi nella gara di ritorno: un’impresa difficilissima, considerando anche che la priorità di Sarri, al momento, appare il campionato più che la coppa. Dunque, nelle scommesse sul passaggio del turno, la quota sul Napoli è schizzata alle stelle, da 1,70 a 8,00 sul tabellone Snai.

 

by -
222

Zinedine Machach è sbarcato quest’oggi a Roma per le visite mediche. In serata è arrivata l’ufficializzazione della firma del contratto con il Napoli fino al 2022“. Deulofeu o Verdi per il Napoli? De Laurentiis, intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, non ha dubbi: “Verdi sarebbe lo spartito più idoneo perché è già stato allenato da Sarri. Deulofeu sarebbe più un salto nel buio. Ma sarà il tecnico a finalizzare le nostre decisioni per gli acquisti immediati e non prospettici”. Giaccherini pronto a lasciare il club azzurro, come confermato dal suo agente. Torreira alla Juventus? Ferrero smentisce: “Nessuno ci ha chiesto nulla”. Pastore, intanto, allontana l’Inter: “Vorrei chiudere la carriera al PSG”. Gabigol verso il Santos, il presidente del club brasiliano ha fatto sapere di essere in attesa di una risposta dai nerazzurri. Il Milan ha intenzione di spendere ancora: in estate sarà nuovo assalto a Belotti, rossoneri pronti a offrire 70 milioni.

 

by -
250

Più che una clausola, un’occasione enorme. Quei 28 milioni di euro che possono bastare dalla prossima estate per portar via Dries Mertens al Napoli sono diventati un problema: in questi giorni, il ds Giuntoli col presidente De Laurentiis si è messo al lavoro per rinegoziare il contratto dell’attaccante belga. La società infatti sa che le attuali cifre del contratto sono troppo basse rispetto al valore del giocatore e vorrebbe cambiare la situazione di Dries dopo il complicatissimo rinnovo di un anno fa: non sarà facile, ma è stato chiesto all’entourage di Mertens di rimuovere la clausola rescissoria oppure aumentarla, portandola a una cifra ben più alta. SOLO CON AUMENTO – Mertens valuterà il da farsi con i suoi agenti e i suoi legali, il primo feedback dato al Napoli è stato di un’apertura al discorso rinegoziazione del contratto solo a fronte di un aumento dell’ingaggio. L’ex PSV infatti ha tanto mercato, ma soprattutto guadagna 4 milioni di euro all’anno più 1 milione di bonus, ancora basso come stipendio rispetto a quello degli altri top player della Serie A che toccano e superano i 6 milioni a stagione. Dialoghi ancora in fase embrionale, la questione clausola Mertens però terrà banco. E il Napoli prova a superarla, non sarà semplice…

by -
247

L’attaccante numero 9 del Bologna si sta godendo la pausa a Dubai. Ma il calciomercato non attende, ed è proprio in queste ore che il team di de Laurentiis sta rilanciando l’offerta, che vede sul piatto 25 milioni di euro, più tre bonus per calciatore rosso – blu. Il giocatore rientrerà in città domenica e i primi giorni della prossima settimana saranno quindi determinanti per capire se il club di Aurelio De Laurentiis riuscirà a convincere Verdi a tornare sulla propria posizione ed accettare la chiamata azzurra.Resta da convincere il giocatore, che ha aperto poche ore fa il suo profilo Twitter ufficiale proprio con un video da Dubai, che fin qui ha fatto sapere alle parti di voler chiudere la stagione in rossoblù per completare il proprio percorso di crescita. Tra domenica e lunedì si capirà se la settimana di riflessione a Dubai gli avrà fatto cambiare idea. Ma Verdi non è l’unica novità, sembrerebbe infatti che sia Giaccherini che Ounas lasceranno presto il San Paolo, poiché come abbiamo potuto notare, non sono entrati nelle grazie del tecnico. Un gennaio bollente per il club, che cerca in tutti i modi di accontentare Mister Sarri. A questo punto non ci resta che attendere e vedere come andrà a finire questa sessione di calciomercato che si preannuncia infuocata.

by -
233

Il Napoli riparte da Torino. Nell’ anticipo della diciassettesima giornata di campionato gli azzurri affrontano i granata di Mihajlovic e Belotti in una insidiosa trasferta, visto il buon momento di forma del Toro reduce dalla vittoria di Roma contro la Lazio. Allenamento mattutino a Castelvolturno per Hamsik e compagni e partenza per Torino nel pomeriggio dove sugli spalti dell’ Olimpico sabato pomeriggio non troveranno i propri tifosi a sostenerli visto il divieto di trasferta per i tifosi campani stabilito dal Prefetto della citta’ sabauda per motivi di ordine pubblico. Intanto dalla Spagna arrivano le voci dell’ addio di Reina, in scadenza di contratto, nella prossima stagione con destinazione Milan, in predicato di sostituire Donnarumma. Insigne provera’ a essere recuperato, dopo il forzato stop per la pubalgia emersa durante l’ incontro contro la Juve e che ha costretto Lorenzo a saltare gli impegni contro Fiorentina e Feyenoord: in questo momento il fantasista di Torre Annunziata, che finalmente si e’ allenato in gruppo, serve come il pane con la sua qualita’ e la capacita’ di saltare l’ uomo per ridare vigore al reparto avanzato: il tridente anomalo con Zielinski a sinistra e con Mertens e Callejon appannati, e’ diventato improvvisamente inoffensivo nelle ultime due uscite casalinghe di campionato con zero gol fatti contro Juve e Fiorentina. In difesa nuova opportunita’ per Mario Rui in predicato di partire titolare a sinistra con Hisaj a destra e Maggio in panca. Intanto nuovo attestato di stima per mister Sarri che a Castelvolturno ha ricevuto la visita di Patrick Viera, ex centrocampista di Juve Milan ed Arsenal, adesso allenatore negli Stati Uniti, giunto a Napoli per studiare i metodi di allenamento del tecnico toscano. Appuntamento, dunque, a sabato pomeriggio: per il Napoli la corsa scudetto riprende con l’ obiettivo, effimero ma di buon auspicio, di concludere l’ anno ed il girone di andata con il titolo di campione d’ inverno.

ULTIME NOTIZIE

43
Sarebbero 2400 spalmati su tre turni di lavoro i parcheggiatori abusivi disseminati in tutta la città di Napoli: 700 di mattina, 700 di pomeriggio...