Timber by EMSIEN-3 LTD
Seguici su Facebook sulla pagina https://www.facebook.com/SIcoMunicazione
Sport

by -
141

Questa mattina, 17esimo giorno a Dimaro, la squadra si è allenata giocando una partitella. Terminati gli esercizi atletici, con piccoli scatti dietro le porte, e un torello durato circa dieci minuti, lo staff dell’allenatore ha allestito il campo per la partitella. Volge al termine il ritiro in trentino degli azzurri. Ultimo week end, in vista della partenza di martedi, con un appuntemento importante sabato sera, con il match dal sapore di serie A contro il Chievo a Verona. Mentre i tifosi si allietano davanti alle giocate dei fenomeni offensivi di Sarri, lo staff di De Laurentiis sta sondando nuove piste per rinforzare la squadra. Sempre aperta la questione estremo difensore. Vicinissimi al rinnovo di Reina, si cerca un suo secondo. Sembra essere solo una questione di dettagli quella per portare a Napoli il portiere dell’Udinese Karnezis. In uscita si lavora per liberare Zapata: il Napoli valuta l’attaccante colombiano venti milioni base più bonus, cifre alle quali non è ancora arrivato il Torino.

by -
334

Attori, artisti, magistrati e istituzioni uniti per lo sport e la solidarietà: il 30 maggio hanno disputato tutti assieme allo stadio San Paolo la Partita del Sole e al Comune di Napoli c’è stata la consegna dell’incasso – complessivamente pari a 25mila euro – ad enti e istituzioni che li utilizzeranno per scopi benefici.
All’Unicef vanno 5mila euro, alle associazioni che a Napoli e provincia si occupano di disagio infantile e alle scuole calcio 15mila euro, mentre 5mila euro al comune di Civitella del Tronto che impiegherà i fondi – assieme ovviamente ad altre risorse – per la costruzione della scuola materna crollata a seguito del terremoto dell’agosto scorso.

Gli assegni sono stati consegnati dall’organizzatore e patron dell’associazione Calciatori Attori Italiani Onlus, Livio Lozzi con l’assessore allo Sport del Comune di Napoli Ciro Borriello, il magistrato Cesare Sirignano e l’attore Francesco Cicchella agli assessori abruzzesi Barbara D’Alessio e Gabriele Marcellini, alla presidente del comitato Unicef Campania Margherita Dini Ciacci e ai rappresentanti delle associazioni napoletane.

by -
430

Il Napoli attende aggiornamenti, ha affidato ad un intermediario – volato in Spagna – la sua proposta da recapitare all’Osasuna (5 milioni più bonus) per strappare il sì definitivo che spiani la strada all’arrivo di Alejandro Berenguer, anni 22, l’esterno duttile, talentuoso e generoso che il ds Giuntoli ha individuato da tempo nel ventaglio d’ipotesi e alternative legate al mercato. L’Osasuna si rifugia nei 9 milioni della clausola rescissoria ma non potrà resistere a lungo: ha necessità di far cassa subito ed ha una promessa da mantenere col calciatore che intanto s’allena a parte, perennemente aggiornato, impaziente di trasferirsi al Napoli dopo aver rifiutato qualsiasi proposta.

by -
572

Giorno numero otto a Dimaro per gli uomini allenati da mister Sarri. Ultimo arrivato in ordine di tempo è la vecchia conoscenza del tecnico toscano Mario Rui. Sedute di allenamento durissime per i giocatori che devono mettere benzina nelle gambe per affrontare al meglio la prima grande prova della stagione. Il preliminare di Champions. Vietato sbagliare. Ed è per questo che si va di corsa, concentrati, tutti ad ascoltare le indicazioni del tecnico. Ieri anche la presentazione della nuova maglia Kombat 2018. Testimonial dell’evento tutto il gruppo di giocatori che ha sfilato sul campo per scoprire i nuovi dettagli tra l’entusiasmo dei numerosissimi tifosi azzurri che hanno fatto da cornice alla presentazione accompagnando la sfilata per cori e applausi. Ma non c’è tempo per la moda. Sul campo si corre e si suda . Focus specifici per reparto difensivo, centrocampo e attacco. Per digerire al meglio gli schemi, cercare di diventare perfetti. La perfezione infatti è il mantra che ripete Sarri ai suoi, dispensando urla e consigli. Ma c’è anche il mercato a farla da padrone. Dopo la firma sul contratto dell’e x romanista si cerca di capire quali siano i desideri di Berengher. Lo spagnolo è di fronte ad una scelta: restare con la squadra spagnola un altro anno o correre alla corte di Sarri per un sogno chiamato tricolore. Si attendono risposte. Vertice a tre poi tra Sarri, Giuntoli e Pepe Reina . Vicino il rinnovo del contratto per il portierone azzurro. Le parti si sono notevolmente avvicinate. Passi avanti anche per la firma di Ghoulam che a breve dovrebbe firmare il rinnovo. Tutti insieme, appassionatamente per confermare il gruppo che ha incantato mezza Europa con le sue giocate. Convincere, vincendo, col bel gioco, ma anche con il cinismo che in più di un occasione e mancato l’anno scorso ad Insigne e compagni.
Anche per questo c’è attesa per la prima uscita ufficiale degli azzurri sul campo della frazione Carciato in programma nel tardo pomeriggio contro la formazione dilettanti del posto. Tutto esaurito sulle tribune. Lo spettacolo può cominciare.

by -
618

Gli azzurri continuano a correre e sudare tra le montagne del Trentino. Sveglia presto per gli uomini di mister Sarri che hanno iniziato il settimo giorno di preparazione con una leggere sgambata intorno al campo. Poi, l’allenatore ha focalizzato tutta la sua attenzione sulla fase difensiva. Gli uomini del reparto hanno lavorato per gran parte della sessione per mettere a punto l’intesa. A seguire l’allenamento anche il direttore sportivo Giuntoli che ha il suo bel da fare anche per quanto riguarda il mercato. Archiviato l’acquisto dell’estremo portoghese Mario Rui arrivato dalla Roma per dieci milioni di euro, sembra molto vicino l’arrivo dell’esterno d’attacco spagnolo Berenguer, attualmente in forza all’Osauna. Il club iberico chiede 9 milioni, ma a sette si dovrebbe chiudere.

by -
587

Splende il sole a Dimaro, dove gli azzurri, arrivati al quinto giorno di allenamento, sudano e sono concentrati per centrare l’obiettivo finale. Un sogno chiamato scudetto, sì, ma senza dimenticare che la prima prova da non fallire sono i preliminari di Champions in programma il 15 o il 16 agosto con ritorno il 22 o il 23, in base al sorteggio. I tifosi, hanno avuto anche il primissimo incontro con il mister Maurizio Sarri, sempre più idolo del pubblico napoletano, accorso ancora più numeroso degli altri anni sugli spalti del campo di Carciato.
Mercoledì, intanto, è previsto il primo test contro l’Anaunia, squadra che milita nel campo di Promozione. Sul fronte del calciomercato, invece, dopo l’acquisto del tunisino Ounas dal Bordeaux, è il turno di Mario Rui. L’esterno portoghese, di proprietà della Roma, ha svolto le visite mediche e a breve firmerà il contratto che lo legherà agli azzurri per i prossimi cinque anni.

by -
536

Si torna a correre sul prato del campo di Dimaro. Agli sguardi pieni di speranza dei tifosi si aggiunge l’occhio del drone ipertecnologico voluto dal tecnico Maurizio Sarri per visionare il lavoro tattico della squadra, soprattutto per quanto riguarda il reparto difensivo.
Al drone ieri è sfuggito, però, il primo gol della stagione azzurra 2017-2018. Lo ha siglato da Dries Mertens durante la partitella di fine allenamento. Un gol di rapina – arrivato dopo una incredibile traversa colpita da Hamsik – che ha confermato come il belga abbia già nelle corde il killer instinct del bomber. Le riprese dall’alto saranno utili a Sarri ed al suo staff per visionare i movimenti della linea difensiva, che ha provato varie situazioni di gioco, soprattutto i tempi in cui scappare dietro quando il pallone scavalca i quattro difensori schierati.
Ma in campo si è visto anche Francesco Sinatti e lo staff dei preparatori iniziare lo specifico lavoro fisico con i singoli giocatori, per garantire una costanza di prestazioni atletiche, esattamente come è avvenuto nella scorsa stagione.
Sul fronte calciomercato oggi dovrebbe essere il giorno di Mario Rui, il portoghese potrebbe raggiungere i suoi nuovi compagni già nei prossimi. Oggi invece potrebbero esserci le firme tra Napoli e Roma, 9 milioni più bonus ai giallorossi per assicurarsi le prestazioni del terzino ex Empoli dai piedi buoni.
Intanto il DS Giuntoli starebbe organizzando un blitz a Madrid per tornare a casa con due giocatori. resta forte l’interessamento per rulli, portiere argentino di belle speranze in forza al Real Sociedad, e per l’esterno d’attacco Berenguer tesserato con l’Osasuna.

by -
438

Alex Berenguer e Mario Rui potrebbero essere i prossimi colpi di mercato ufficiali del Napoli dopo Ounas. L’esterno spagnolo e quello portoghese, infatti, sembrano avvicinarsi giorno dopo giorno al trasferimento in azzurro. Le distanze economiche con Osasuna e Roma sembrano assottigliarsi e già a cavallo tra il fine di questa settimana e l’inizio della prossima, gli affari per entrambi potrebbero avere un lieto fine.
Intanto ad essere ufficializzata è stata la prima cessione, quella di Jonathan De Guzman all’Eintracht Francoforte a titolo definitivo. Per il cartellino del centrocampista olandese il Napoli dovrebbe alla fine ricevere circa 2 milioni di euro grazie ad una serie di bonus di facile raggiungimento.
Il mercato in uscita, però, è tutt’altro che finito: il ds Cristiano Giuntoli lavora alacremente per piazzare gli altri elementi in esubero. Per Maiello è sempre più concreta l’ipotesi di un ritorno a Frosinone, mentre per Dezi ci sono Bari e Parma. Luperto potrebbe andare all’Empoli, mentre per Strinic sono ore di riflessione: per lui ci sono Galatasaray, Watford e alcune squadre russe.

Dopo una lunga trattativa Diego, accompagnato dall’assessore Ciro Borrilello e dal capo di Gabinetto Attilio Auricchio, ha deciso di passare in Comune per ritirare la cittadinanza onoraria dalle mani del sindaco Luigi de Magistris. L’argentino arrivato quasi con un’ora di ritardo è stato accolto dagli applausi dei presenti: “Sono cittadino attraverso un pezzo di carta importantissimo ma sono stato napoletano da quando sono arrivato a Napoli. Ringrazio il sindaco Luigi per aver permesso tutto questo. Nessun popolo mi ha voluto bene come voi. Grazie anche a chi non mi voleva come cittadino napoletano”.
Intanto diecimila persone si sono raccolte in piazza del Plebiscito, a fronte dei 30 mila attesi. Inizia lo show. Sul palco ci sono Gigi e Ross, poi entra Diego acclamato dalla folla.
Poi sul palco sono saliti i campioni del Napoli del primo scudetto (1987), tra cui Ciro Ferrara, fischiato dalla piazza che gli ha subito dedicato il coro «chi non salta è juventino» nonostante i tentativi di Maradona di dissuaderli. Applausi a Bruscolotti, De Napoli, Carannante, De Fusco, Renica, Romano, Giordano, Carnevale. Maradona ha raccontato: «La prima volta che sono entrato al San Paolo ne sono uscito piangendo, ma ho pianto anche quando me ne sono andato nel 1991». La serata era iniziata con le immagini del 5 luglio 1984, quando Maradona entrò per la prima volta al San Paolo. Poi sul palco si sono alternati i Foja, Tomaso Primo e gli omaggi in musica a Pino Daniele e Massimo Troisi. Ma la chiusura è stata per Maradona: «Dopo 33 anni Napoli mi fa suo cittadino ma io lo sono sempre stato», ha ribadito. Poi intonato «’O surdato innamorato» insieme all’attrice Serena Rossi ed ai suoi compagni di squadra di un tempo.

by -
308

Si comincia da dove si era finito con il sacrificio e con i gol. Il sacrificio di chi dopo un mese e passa di vacanza si ritrova ora in ritiro a Dimaro, fresco, riposato e con la consapevolezza che ce ne è di strada da fare per essere i migliori, con il goal, quello di Dries Mertens che apre così il suo ritiro nella partitella in famiglia non perdendo il vizio di gonfiare la rete. Il primo giorno è quello utile a riambientarsi ad un ambiente che ormai da sette anni è familiare ai colori azzurri.
Prima sessione di allenamento della squadra azzurra in Val di Sole. Ad infiammare i tifosi presenti sulla tribuna dello Stadio di Carciato è stato Hamsik, al decimo anno in maglia azzurra, con una splendida conclusione al volo che si è stampata sulla traversa. E’ poi Mertens a raccogliere gli applausi rubando il pallone al limite dell’area e battendo l’incolpevole Reina. A completare il bottino della squadra in maglia nera ci ha poi pensato Allan, sceso in campo con un nuovo look.
Sotto gli occhi di Maurizio Sarri e del direttore sportivo Cristiano Giuntoli gli azzurri hanno svolto così il primo allenamento con una temperatura ideale grazie anche all’acquazzone che in precedenza aveva rinfrescato la valle. Nessun problema per il terreno di gioco.
In campo anche il volto nuovo Adam Ounas assieme a Duvan Zapata al rientro a Napoli dopo il prestito biennale con l’Udinese. Lo start è avvenuto con i classici giri di campo, poi il gruppo si è dedicato al lavoro tecnico e atletico. Massima attenzione alla difesa a cui Sarri tiene tantissimo.
Ma se ieri è servito a prendere dimestichezza col pallone oggi si fa sul serio con un doppio turno di allenamento. Mentre continuano le trattative in gran segreto per far arrivare a Dimaro il più presto possibile qualche rinforzo per il tecnico toscano.

ULTIME NOTIZIE

120
Il festival, realizzato grazie al supporto della regione Campania in collaborazione con il MiBACT, il Parco Archeologico dei Campi Flegrei, la Fondazione Campania dei...