Timber by EMSIEN-3 LTD
Sport

by -
69

Oggi è il 24 dicembre per i napoletani. I tifosi aspettano di aprire il proprio regalo. Sta per arrivare Babbo Natale che però non veste di rosso e ha la barba lunga, ma dovrebbe indossare una divisa azzurra e avere i capelli lunghi. Stiamo parlando di Edinson Cavani, giocatore in forze al psg, ma visto e rivisto più volte dalle parti del Vesuvio. E ai tempi dei social network è facile alimentare i sogni. C’è chi invia foto del Matador a cena sul lungomare, chi è sicuro di averlo visto affacciato al balcone dell’Hotel Vesuvio e chi invece mostra la sua carta di imbarco. La data è quella di oggi, 9 agosto 2018. E’ un gioco, è il caldo a fare brutti scherzi o magari Edinson Cavani arriva davvero? Certo è che i napoletani scalpitano, facile alimentare sogni e speranze ricordando i bei tempi in cui il Matador esultava sui campi di tutta Italia forte di quei 104 goal difficili da dimenticare. Ed ecco che se il Psg non cita Cavani nel video dei reduci dal mondiale in Russia, allora è vero, Cavani viene a Napoli. Se le magliette del Napoli non si trovano è perché le hanno ritirate per mettere di nuovo in vendita con il nome di Cavani sulla schiena. Cavani è ad Agropoli, Cavani è a Capri, Cavani di qua, Cavani di là. Napoli è in preda alle allucinazioni, aspetta il ritorno del figlio prodigo e non ammette scuse. Non ascolta il presidente che dice che CAVANI non verrà. Non è possibile, è una strategia per depistare. L’attesa è finita. Ora o mai più diceva il vecchio saggio. Perché all’aeroporto hanno anche preparato il comitato di benvenuto. Ma chissà che non si debba aspettare mezzanotte quando Babbo Natale scende dal camino per dispensare doni. Solo forse allora sapremo se i sogni son solo desideri, o posso davvero diventare realtà.

by -
41

Ritrova il sorriso, il Napoli. Dopo la batosta di Dublino contro il Liverpool (5-0) gli azzurri battono il Borussia Dortmund a San Gallo nel penultimo test prima dell’inizio del campionato (l’ultimo sabato con il Wolfsburg). Ancelotti rivoluziona la formazione rispetto alla manita subita dai reds e punta sula coppia Maksimovic-Chiriches al centro della difesa, con Hysaj a destra e Mario Rui a sinistra, mentre a centrocampo la regia è in mano a Diawara, con Allan e Rog esterni, e il tridente con Verdi e Ounas al servizio di Milik. In porta c’è Karnezis che dopo il disastro contro il Liverpool si sveglia e salva in almeno due occasioni la porta azzurra. Ma cosa ne pensano i tifosi?

by -
110

L’incasso della “partita del cuore napoletano” è stato devoluto all’associazione “Arti e Mestieri”. All’incontro di calcio sono intervenuti il procuratore Nazionale Antimafia, Federico Cafiero De Raho, il pm Catello Maresca, il Questore di Napoli, Antonio De Iesu, l’assessore comunale allo sport, Ciro Borriello e il presidente dell'Odcec di Napoli, Vincenzo Moretta

NAPOLI –  “Iniziative come la ‘partita del cuore napoletano’ sono fondamentali per aiutare le fasce più deboli della nostra comunità, che hanno bisogno di vedersi una mano tesa per uscire dai guai. Ma soprattutto sono importanti per aiutare i giovani a inserirsi in circuiti sani, noi lavoriamo anche per questo”. Lo ha detto Federico Cafiero De Raho (nella foto con il presidente Moretta), procuratore nazionale antimafia in occasione dell’incontro di calcio (terminato in pareggio (1-1) con reti siglate da Casucci per i commercialisti, su assist di Sessa, e Borriello per i magistrati su calcio di punizione dal limite dell’area di rigore tra magistrati e commercialisti promosso a Napoli, il cui incasso è stato devoluto a favore dell’associazione “Arti e Mestieri”, per sostenere il recupero dei ragazzi in difficoltà, insegnando loro gratuitamente un mestiere così da avviarli al mondo del lavoro.

“La manifestazione che abbiamo messo in campo insieme ai magistrati, che voglio ringraziare per la grande disponibilità mostrata – ha sottolineato Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli -, rappresenta un  segnale forte e che va condiviso. Il nostro invito alla società civile è di aumentare l’impegno verso il mondo sociale sperando che queste manifestazioni vengano riprese anche da altre categorie professionali sempre a sostegno della nostra comunità”

Per il magistrato napoletano Catello Maresca “è il cuore di Napoli, quello che serve per sollecitare la società civile che è responsabile di un immobilismo che ha imperato nel passato favorendo l’impennata della criminalità diffusa. Serve un’azione forte e coesa della comunità che tenda una mano ai ragazzi che si trovano in difficoltà, sicuro che loro la afferreranno con forza per essere trascinati sulla retta via”.

L’assessore allo sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello ha apprezzato il progetto organizzato da commercialisti e magistrati che “non sono nuovi a manifestazioni di solidarietà per le fasce più deboli della nostra città. La serata ha messo in evidenza una bella immagine dello sport che unisce e per questo sono venuto a ringraziare i promotori per il loro impegno in favore di Napoli”.

“Lo sport è viatico migliore per sottrarre i giovani alle devianze – ha sottolineato il Questore di Napoli, Antonio De Iesu – è davvero molto bello assistere all’entusiasmo profuso in queste manifestazioni”.

“E’ il nostro contributo in favore dei ragazzi meno fortunati – ha rimarcato Arcangelo Sessa, consigliere delegato dei commercialisti partenopei -. Il nostro obiettivo è coinvolgere altri uomini e donne di buona volontà per offrire nuove occasioni di riscatto a chi ha avuto piccoli incidenti di percorso all’inizio della propria vita”.

L’incontro di calcio, introdotto dallo speaker napoletano Mario Pelliccia, è terminato in pareggio (1-1) con reti siglate da Casucci per i commercialisti, su assist di Sessa, e Borriello per i magistrati su calcio di punizione dal limite dell’area di rigore.

by -
133

Tutto pronto per lo stage prestagionale in Val di Sole con il quale inizia la preparazione del neo allenatore del Napoli Carlo Ancelotti. Il Trentino è la sede prescelta per rodare il nuovo Napoli. Il nuovo mister ha convocato 23 calciatori per il 10 luglio in Trentino, dove resteranno fino al 30.07 per venti giorni di lavoro intenso, che serviranno a gettare le basi e a preparare un progetto sportivo che si pone come obiettivo la conquista dello scudetto

by -
139

La formazione azzurra ha battuto in finale Massa Carrara e ora punta a Supercoppa e Champions

Con il punteggio di 4 a 0 in finale la squadra di calcio dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli conquista la Coppa Italia nella Final Four di categoria che si è svolta a Capo d’Orlando in Sicilia.

Dopo aver eliminato in semifinale i cugini di Caserta per 2 a 1 gli azzurri,   guidati da mister Alberto Arbitrio,  ha  sconfitto Massa Carrara con due gol per tempo e si aggiudicano con merito  l’ambito titolo che ancora mancava nel loro palmares.

La squadra ha disputato un ottimo torneo mostrando un gruppo coeso e individualità di spicco, conquistando anche il titolo di capocannoniere e miglior portiere del torneo.

I prossimi obiettivi sono la Supercoppa Italiana e la Champions delle Professioni.

Nel corso della competizione la compagine è sempre stata supportata dal Consiglio dell’Ordine, presieduto da Vincenzo Moretta e coordinata dal consigliere delegato allo sport Arcangelo Sessa.

Questa la rosa dei calciatori: Anastasio, Artigiano, Bernardo, Cagnacci, Castaniere, Catapano, Ciraolo, D’Angelo, De Franco, De Giorgio, De Mattia, Diana, Esposito, Festa, Gabriele, Maiello, Marrone, Marsella, Pinnelli, Razzano M., Rey, Ruocco, Sansone, Scalzone, Sessa, Sodano, Torre, Vairano, Vernetti.

Dall’11 al 13 maggio alla Mostra d’Oltremare, seconda edizione del Salone dedicato ad auto e moto: ecotech, pista off-road, test-drive, custom, auto d’epoca e stunt professionisti con l’ex pilota di F1 Giancarlo Fisichella. Presentato in Comune, il cartellone della kermesse Napoli Motor Experience. Quest’anno è stata ampliata l’area dinamica per test drive e altre prove. Un’altra novità molto attesa è l’area interamente dedicata alla Ferrari. La manifestazione si terrà, come lo scorso anno, negli spazi della Mostra d’Oltremare.

Il presidente su Maurizio Sarri: “Tutto dipende da lui. Stiamo parlando da gennaio. Per me resta, non dovesse farlo ce ne faremo una ragione. Non rinuncio ai miei diritti, se pagano la clausola di otto milioni può andare via. Ci stiamo guardando intorno da gennaio. Conte è un amico e un grande colonnello. Se vogliamo continuare sulla falsa riga tattica di Sarri allora si potrebbe pensare a Giampaolo. A me piace anche Simone Inzaghi. Ma abbiamo parlato con gente in tutti i vari campionati. Il sostituto di Reina? Ci siamo incontrati con gli emissari di Leno e stiamo valutando Rui Patricio”. ma sono molte le critiche nei confronti del presidente e le parole di sostegno nei confronti dell’allenatore.

ULTIME NOTIZIE

38
Il ferragosto a Napoli è scandito da ombrelli, maglioncini, scarpe chiuse e forti piogge. Il lungomare partenopeo diventa un set dai colori autunnali e...