Timber by EMSIEN-3 LTD
Spettacoli

by -
100

Nel corso della serata il campione olimpionico Paolo Trapanese ha premiato i vincitori dei tornei di tennis e calcetto

MARINA DI VARCATURO – Il campione olimpionico Paolo Trapanese ha premiato i vincitori dei tornei di tennis e calcetto in occasione della ‘Festa d’Estate 2018’ promossa dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli Nord, presieduto da Antonio Tuccillo, che si è svolta all’Ammot Cafè (Marina di Varcaturo).

I professionisti hanno potuto ascoltare la selezione musicale proposta da “Raoul & Swing Orchestra” dimenticando le difficoltà dell’ultimo periodo caratterizzate dalle scadenze fiscali e previdenziali.

“Dopo un anno di lavoro è arrivato il momento di riposarci e pianificare i progetti futuri, spiega il presidente Tuccillo. “Il nostro auspicio è che nell’agenda del nuovo governo ci sia maggiore attenzione per il nostro territorio contribuendo alla crescita delle attività imprenditoriali e professionali, incentivando l’internazionalizzazione dei mercati. Proprio su questa delicata tematica – ha aggiunto il numero uno dei commercialisti di Napoli Nord –  abbiamo sviluppato rapporti internazionali con gli Emirati Arabi e con la Cina. Da settembre ci prepareremo alla sfida della fatturazione elettronica che cambierà le modalità di lavoro del commercialista che diventerà sempre più un consulente strategico dell’azienda per il settore economico-fiscale”.

“Siamo molto soddisfatti per il grande successo che ha riscosso anche quest’anno la ‘festa d’estate’ – ha sottolineato Sandro Fontana, consigliere delegato dell’Odcec Napoli Nord -. “E’ diventata un’occasione per salutare i colleghi e trascorrere una piacevole serata insieme. Un particolare ringraziamento va espresso agli sponsor dell’iniziativa (Aon Empowe Result, Ruesc 1919, Italia.Power, La Rosa Immobiliare, Niswa & Vida Farm e Si Rent) che ci hanno consentito di salutare l’estate anche con fuochi d’artificio e piacevoli sorprese, senza gravare sulle casse dell’Ordine”.

“In una location magica, ad un passo dal mare e subito prima delle vacanze – ha osservato Diego Musto, consigliere delegato dei commercialisti di Napoli Nord – abbiamo offerto ai colleghi una serata all’insegna di gioia e divertimento accantonando per qualche ora il nostro lavoro quotidiano e le valutazioni sulle nuove manovre fiscali messi in campo dal governo Conte con il ‘decreto Dignità’ presentato dal vicepremier Di Maio”.

“È una serata di grande relax e di convivialità che ci consente di vivere questi momenti in maniera rilassata”, ha rimarcato Vincenzo Natale, consigliere tesoriere dell’Odcec Napoli Nord. “La festa organizzata all’Ammot Cafè è anche e soprattutto un’occasione per consolidare i rapporti umani ricaricare le nostre ‘batterie’ e dopo la pausa estiva proseguire il nostro compito istituzionale assicurando agli iscritti iniziative per un costante e necessario aggiornamento professionale”.

“Dopo un anno particolarmente duro per la nostra categoria con oggettive difficoltà sia per i professionisti che per gli imprenditori – evidenzia Angelo Capone, consigliere dei commercialisti di Napoli Nord -, la ‘festa d’Estate’ accoglie la famiglia dei commercialisti e degli esperti contabili che vivono e lavorano a nord del capoluogo campano. Un particolare ringraziamento va espresso ai consiglieri Sandro Fontana e Diego Musto che anche quest’anno sono riusciti ad organizzare la kermesse registrando un’affluenza record”.

Per Gennaro Carleo, componente della governance di Napoli Nord “siamo giunti alla fine di un periodo di intenso lavoro con l’approvazione dei bilanci, le dichiarazione dei redditi, lo spesometro la seconda registrazione Iva . La festa dell’estate rappresenta un momento di grande aggregazione ed è il prologo alle meritate di ferie. E’ la prima volta che partecipo a questa riunione conviviale ed esprimo un giudizio nettamente positivo, auspicando una maggiore integrazione tra tutti i colleghi delle varie aree territoriali”.

A fine serata sono stati attribuiti i riconoscimenti sportivi: Pasquale Licito ha vinto il torneo di tennis singolare maschile (al secondo posto si è classificato Raffaele Iodice). Mentre il ‘campionato di calcetto’ è stato conquistato dalla “squadra Iva”, capitanata da Villano. Al secondo posto si è classificata la formazione “Irap” (capitano Ingannato) e al terzo posto ex aequo le squadre “Irpef” (capitano Musella) e “Ires” (capitano De Cristofaro).

Proclamati dai vertici (Antonio Tuccillo, Guido Rossi e Francesco Corbello) anche gli sportivi dell’anno Odcec Napoli Nord, al primo posto ex aequo: Salvatore Russo e Luigi Diana e al secondo posto, sempre ex aequo, Pietro Minocchi e Biagio Pagano.

by -
91

Premiati dal presidente Moretta Francesco Fimmanò (neovicepresidente della Corte dei Conti) e Maurizio Leo (consigliere dell'ufficio di presidenza della Giustizia amministrativa)

NAPOLI – Oltre 1500 professionisti hanno preso parte alla tradizionale festa dell’estate promossa dall’Ordine dei dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli. Una serata all’insegna del relax e del divertimento, che si è tenuta all’Arenile di Bagnoli.
“Un piccolo break in vista dell’autunno che sarà molto impegnativo: c’è un nuovo governo e quindi ci sono modifiche in vista”, ha spiegato Vincenzo Moretta, numero uno dei commercialisti partenopei. “I professionisti vogliono essere presenti ai tavoli per poter discutere sui temi di maggiore attualità – fatturazione elettronica, i tanti adempimenti fiscali, l’antiriciclaggio – e rappresentare alle istituzioni la realtà di un territorio che ha bisogno di riforme”.
“È stato un anno molto difficile, siamo davanti a tanti cambiamenti che vanno interpretati e guidati – ha sottolineato Achille Coppola, segretario nazionale dei commercialisti italiani – L’importante è che si voglia cambiare: pensare di conservare l’esistente non porta da nessuna parte”.
“Bisogna continuare a crescere e ad avere fiducia nella professione”, ha evidenziato Walter Anedda, presidente della Cassa di previdenza dei dottori commercialisti. “Sono ottimista, credo ci sia tutto perché ciò possa accadere”.
Nel corso della serata sono stati assegnati riconoscimenti speciali: ad essere premiata la squadra di calcio dell’Odcec che ha vinto la Coppa Italia ma soprattutto Francesco Fimmanò, neovicepresidente della Corte dei Conti, e Maurizio Leo, consigliere dell’ufficio di presidenza della Giustizia Amministrativa, ai quali è stato assegnato il titolo di “commercialista ad honorem”.
“Ringrazio il presidente Moretta: ho un rapporto molto stretto con l’Ordine e credo che la nomina sia espressione di questo specifico legame con le materie aziendalistiche e contabili – ha detto Fimmanò – Lunga vita ai commercialisti napoletani e alla loro capacità di stare vicino alle imprese, all’economia e alla vita reale del paese”. “È un riconoscimento a cui tengo moltissimo: la categoria dei commercialisti è casa mia – ha ricordato Leo – Grazie a questa professione siamo riusciti a dare una nuova idea dell’amministrazione finanziaria, non è mancato mai occasione di confronto”.
Presenti alla serata tutti i consiglieri dell’Ordine di Napoli: Rosario Lazzarini (vicepresidente), Mariano Bruno (consigliere segretario), Immacolata Vasaturo (tesoriere), Matteo De Lise, Mario Michelino, Carmen Padula, Concetta Riccio, Arcangelo Sessa, Liliana Speranza, Vincenzo Tiby, Salvatore Tramontano, Eraldo Turi, Pier Luigi Vitelli e Fortuna Zinno.
E ancora, Maria Caputo, presidente dei giovani commercialisti napoletani, Clelia Buccico, presidente della Fondazione Odcec; Dante Carolo, presidente dell’Ordine di Padova; numerosi consiglieri nazionali e i presidenti degli Ordini della Campania, come testimoniano gli scatti fotografici realizzati da Beatrice Della Volpe.

by -
125

La kermesse si terrà mercoledì 25 luglio dalle 20,30 presso Ammot Cafè a Marina di Varcaturo

 

MARINA DI VARCATURO – “Raoul & Swing Orchestra saranno la colonna sonora dellaFesta d’Estate 2018’ promossa dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli Nord, presieduto da Antonio Tuccillo, che si terrà mercoledì 25 luglio alle ore 20,30, presso l’Ammot Cafè (Marina di Varcaturo).

Tutto ciò tra buffet e balli, con l’imperativo: dimenticare le difficoltà dell’ultimo periodo, anche se dalla capitale arrivano i primi segnali delle nuove manovre fiscali del governo Conte.

“La ‘Festa d’Estate all’Ammot’ è un appuntamento per tutti i commercialisti di Napoli Nord, un’occasione per salutare i colleghi e trascorrere una piacevole serata insieme subito prima delle vacanze”, hanno evidenziato Sandro Fontana e Diego Musto, consiglieri delegati dell’Odcec Napoli Nord. “Anche quest’anno abbiamo organizzato l’evento nella magica location ad un passo dal mare.

L’elevato numero di prenotazioni ricevute dimostra che la ‘Festa’ dello scorso anno sia stata molto gradita. Un particolare ringraziamento – hanno aggiunto – va espresso agli sponsor dell’iniziativa (Aon Empowe Result, Ruesc 1919, Italia.Power, La Rosa Immobiliare, Niswa & Vida Farm e Si Rent) che ci hanno consentito di replicare l’incontro conviviale anche quest’anno con nuove e piacevoli sorprese per iscritti e ospiti, senza gravare sulle casse dell’Ordine”.

Nel corso della serata si svolgeranno anche le premiazioni dei tornei sportivi di calcetto e tennis.

by -
76

Sulla terrazza a picco sul mare con vista mozzafiato sul Vesuvio del Castello Giusso di Vico Equense si è tenuta una serata da favola, che riecheggia le atmosfere magiche delle feste e delle danze del 1800 in costumi rigorosamente d’epoca. Il “Gran Ballo” organizzato dall’associazione “Borboni si nasce” in collaborazione con il Castello Giusso, Villa Giusso e l’Associazione internazionale di danza storica “Harmonia Suave” è stato un evento privato riservato ai soci dell’associazione e ai residenti del Castello. Una serata di gala con circa 100 rievocatori storici provenienti da tutta Italia: Liguria, Piemonte, Veneto, Puglia, Lazio, Sicilia, Campania e finanche dalla Bulgaria. Dopo il Gran Ballo di Vico Equense, l’associazione “Borboni si nasce” ha in programma altre serate di gala: la settimana prossima sarà in Sicilia, a Segesta, prima di arrivare a Parigi il 13 ottobre per poi tornare a novembre, per la terza volta, presso la Reggia di Caserta. “Stavolta abbiamo scelto Vico Equense e il suo Castello Giusso – spiega Laura Esposito, presidente dell’associazione Borboni si nasce – perché è una dimora storica legata agli Angioini che, nel 1800, fu rilevata dal banchiere genovese Luigi Giusso, figlio del conte Girolamo, trasferitosi a Napoli”. Il programma delle danze, tra valzer, marce e quadriglie, curato dalla maestra di cerimonia Carla Favata ha visto la realizzazione di coreografie tratte da antichi manuali sulle note di musiche storiche. Inoltre, danze libere e di coinvolgimento aperte anche a chi non è in abito d’epoca per poter avvicinare il maggior numero di persone a questo bagaglio culturale, musicale e artistico. Ascoltiamo la maestra della compagnia Harmonia Suave – compagnia di danza storica Dance Works, Carla Favata. Ad accompagnare l’evento, un ricco buffet al tramonto ispirato ai prodotti, ai profumi e agli aromi del territorio sorrentino con brindisi finale. La ricerca, la cura e la realizzazione dei vestiti porta la firma della costumista Dania Perissinotto

 

 

by -
110

L’incasso della “partita del cuore napoletano” è stato devoluto all’associazione “Arti e Mestieri”. All’incontro di calcio sono intervenuti il procuratore Nazionale Antimafia, Federico Cafiero De Raho, il pm Catello Maresca, il Questore di Napoli, Antonio De Iesu, l’assessore comunale allo sport, Ciro Borriello e il presidente dell'Odcec di Napoli, Vincenzo Moretta

NAPOLI –  “Iniziative come la ‘partita del cuore napoletano’ sono fondamentali per aiutare le fasce più deboli della nostra comunità, che hanno bisogno di vedersi una mano tesa per uscire dai guai. Ma soprattutto sono importanti per aiutare i giovani a inserirsi in circuiti sani, noi lavoriamo anche per questo”. Lo ha detto Federico Cafiero De Raho (nella foto con il presidente Moretta), procuratore nazionale antimafia in occasione dell’incontro di calcio (terminato in pareggio (1-1) con reti siglate da Casucci per i commercialisti, su assist di Sessa, e Borriello per i magistrati su calcio di punizione dal limite dell’area di rigore tra magistrati e commercialisti promosso a Napoli, il cui incasso è stato devoluto a favore dell’associazione “Arti e Mestieri”, per sostenere il recupero dei ragazzi in difficoltà, insegnando loro gratuitamente un mestiere così da avviarli al mondo del lavoro.

“La manifestazione che abbiamo messo in campo insieme ai magistrati, che voglio ringraziare per la grande disponibilità mostrata – ha sottolineato Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli -, rappresenta un  segnale forte e che va condiviso. Il nostro invito alla società civile è di aumentare l’impegno verso il mondo sociale sperando che queste manifestazioni vengano riprese anche da altre categorie professionali sempre a sostegno della nostra comunità”

Per il magistrato napoletano Catello Maresca “è il cuore di Napoli, quello che serve per sollecitare la società civile che è responsabile di un immobilismo che ha imperato nel passato favorendo l’impennata della criminalità diffusa. Serve un’azione forte e coesa della comunità che tenda una mano ai ragazzi che si trovano in difficoltà, sicuro che loro la afferreranno con forza per essere trascinati sulla retta via”.

L’assessore allo sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello ha apprezzato il progetto organizzato da commercialisti e magistrati che “non sono nuovi a manifestazioni di solidarietà per le fasce più deboli della nostra città. La serata ha messo in evidenza una bella immagine dello sport che unisce e per questo sono venuto a ringraziare i promotori per il loro impegno in favore di Napoli”.

“Lo sport è viatico migliore per sottrarre i giovani alle devianze – ha sottolineato il Questore di Napoli, Antonio De Iesu – è davvero molto bello assistere all’entusiasmo profuso in queste manifestazioni”.

“E’ il nostro contributo in favore dei ragazzi meno fortunati – ha rimarcato Arcangelo Sessa, consigliere delegato dei commercialisti partenopei -. Il nostro obiettivo è coinvolgere altri uomini e donne di buona volontà per offrire nuove occasioni di riscatto a chi ha avuto piccoli incidenti di percorso all’inizio della propria vita”.

L’incontro di calcio, introdotto dallo speaker napoletano Mario Pelliccia, è terminato in pareggio (1-1) con reti siglate da Casucci per i commercialisti, su assist di Sessa, e Borriello per i magistrati su calcio di punizione dal limite dell’area di rigore.

“L’amore non violento nell’antica Roma” è il titolo della mostra che sarà allestita il prossimo novembre allo Stadio Domiziano di Roma che esporrà anche opere del Museo Archeologico Nazionale di Napoli e 12 riproduzioni con immagini 3d di celebri capolavori dello stesso museo MANN, come il Toro Farnese e la Venere in Bikini, a cura di Vittorio Sgarbi. “Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli promuove le iniziative meritorie che, con l’apporto insostituibile dell’arte e dell’archeologia, riescono a diffondere messaggi sociali di grande importanza. Soltanto grazie alla cultura, si possono arginare fenomeni preoccupanti come quelli della violenza sulle donne” ha detto il direttore del MANN, Paolo Giulierini.

Grande successo per il Premio Nazionale “Italia a colori”, la manifestazione promossa da Mattina 9, il morning show di Canale 9 – 7 Gold. “Il nostro paese esprime tante eccellenze e il premio nazionale “Italia a Colori” intende offrire un riconoscimento a chi si è saputo distinguere nei più svariati ambiti di competenza: dall’imprenditoria allo spettacolo, dallo sport al sociale”, ha affermato Gennaro Coppola, direttore di Mattina 9 e direttore artistico dell’evento. Tra i premiati il ministro Sergio Costa, Amaurys Perez, Paolo Giulierini, gli Arteteca, Patrizio Podini, Danilo Iervolino, Raffaele Carlino

 

by -
110

Al Napoli Teatro Festival Italia La vita dipinta. Una partitura monologante che prende vita e risuona con il corpo e la voce di Tonino Taiuti sulle note di una biografia rocambolesca, fantastica e surreale. Biografia di un artista immaginario che canta le sue imprese pittoriche e i suoi poetici incontri con alcuni dei grandi maestri che hanno segnato il corso della storia dell’arte del Novecento, lasciandone un’impronta indelebile chi con il proprio vissuto o con la fame interiore, chi con un lascito di immaginazione, coraggio o radicalità. Testo scritto da Igor Esposito. regia, interpretazione e luci Tonino Taiuti

ULTIME NOTIZIE

38
Il ferragosto a Napoli è scandito da ombrelli, maglioncini, scarpe chiuse e forti piogge. Il lungomare partenopeo diventa un set dai colori autunnali e...