Timber by EMSIEN-3 LTD
Seguici su Facebook sulla pagina https://www.facebook.com/SIcoMunicazione
Cultura

by -
44

Il drama e tutto il cinema inglese al centro della 40esima edizione degli Incontri internazionali del Cinema di Sorrento. Un focus made in UK ma anche tanto cinema italiano. Gli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento sono organizzati da Cineventi con la direzione artistica di Remigio Truocchio, con il sostegno della Regione Campania e in collaborazione con la Film Commission Regione Campania. Il primo giorno d’incontri è stato dedicato alla presentazione dell’anteprima di Youtopia di Berardo Carboni

 

 

Rosa D’Amelio: necessaria un’azione mirata sinergica di contrasto al fenomeno del cyberbullismo

SANT’ANGELO DEI LOMBARDI – “Nessuna comunità, neppure quelle più al riparo dall’influenza della criminalità come potrebbero sembrare le province interne della Campania, si può tirare fuori da un’azione mirata e sinergica di contrasto al fenomeno del cyberbullismo e del bullismo.

Ad esempio, poche settimane fa nell’hinterland di Avellino, due giovani hanno sequestrato, picchiato e derubato un loro coetaneo arrivando alle minacce di morte. E’ quindi dovere delle Istituzioni, a tutti i livelli, far diventare il disagio giovanile centrale nelle loro attività, a partire dalle famiglie e dalla scuola per evitare una pericolosa deriva violenta nelle relazioni con attori i più giovani”.

Lo ha detto Rosa D’Amelio, presidente del Consiglio Regionale della Campania al forum “@scuolasenzabulli, prevenzione per combattere il cyberbullismo” che si è svolto nell’auditorium “Falcone e Borsellino” dell’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Francesco de Sanctis” di Sant’Angelo dei Lombardi.

I lavori sono stati introdotti da Domenico Falco (presidente del Comitato Regionale per le Comunicazioni della Campania) Ivana Nasti (direttore Servizio Ispettivo, Registro e Corecom dell’Agcom), Massimo Iapicca (Confindustria Avellino) e Rosanna Repole (sindaco del Comune di Sant’Angelo dei Lombardi).
Al dibattito, moderato da Gerardo Cipriano (dirigente scolastico I.I.S.S. “F. De Sanctis”), sono intervenuti Massimo Cagnazzo (Comandante Provinciale Carabinieri Avellino), Claudio Aletta (direttore tecnico principale della Polizia Postale), Marco Iannelli (Capo Segreteria del Direttore Servizio Ispettivo, Registro e Corecom dell’Agcom) e Concetta Battimelli (Medico legale).

“Con il Corecom Campania abbiamo deciso di fare tappa al “Francesco de Sanctis”, con la nostra campagna di sensibilizzazione e prevenzione contro bullismo e cyberbullismo – ha aggiunto Rosa D’Amelio -, perché alcune classi dell’Istituto di Sant’Angelo dei Lombardi l’anno scorso erano state protagoniste, con una specifica proposta di legge su questo tema, del progetto ‘Ragazzi in Aula’, che ho voluto rilanciare da quando sono presidente del Consiglio regionale. Quel testo è stato recepito, assieme ad altri, nella legge che abbiamo approvato qualche mese dopo e che ci ha permesso di anticipare anche il Governo nazionale su questa materia. Il problema è sentito, come testimoniano le sollecitazioni arrivate in Consiglio da diverse scolaresche, ed è largamente diffuso.

La legge che abbiamo approvato nel 2017 in Consiglio regionale, oltre a istituire a inizio febbraio la “Settimana regionale contro il bullismo ed il cyberbullismo” e il “Comitato regionale per la lotta al bullismo ed al cyberbullismo”, opera proprio in direzione del fare rete tra le diverse Istituzioni. Promuove infatti una serie di cose: corsi specifici di formazione per il personale scolastico e per gli educatori per acquisire tecniche di prevenzione psico-pedagogiche ed educative, ma anche per i genitori; forme di collaborazione con il mondo della giustizia, le forze dell’ordine, gli enti locali e le Asl.

La legge inoltre invita a sviluppare campagne di sensibilizzazione, anche sull’uso consapevole di internet, dei nuovi media e dei videogiochi, e programmi di sostegno alle vittime di bullismo e cyberbullismo. Uno dei suoi aspetti più innovativi è la promozione dell’educazione tra pari, cioè dello scambio di esperienze tra giovani. Questa strategia educativa consente ad alcuni ragazzi, adeguatamente formati, di essere protagonisti di attività di gruppo organizzate per i loro coetanei così da sviluppare una cultura responsabile e consapevole volta al rispetto degli altri e della diversità, all’uso corretto degli strumenti digitali e alla tutela dell’integrità psico-fisica dell’individuo.

La diffusione di questi fenomeni – ha concluso il presidente del Consiglio Regionale della Campania – affonda le radici in una serie di cause, ma è indubbio che la migliore risposta che come Istituzioni politiche, assieme alle famiglie e alla scuola possiamo dare sia di natura culturale, agendo sulla formazione delle giovani generazioni”.

I carabinieri della locale stazione di San Sebastiano al Vesuvio insieme a colleghi del Nucleo operativo della compagnia di Torre del Greco hanno arrestato per estorsione aggravata dal metodo mafioso due soggetti del luogo – tra l’altro già noti alle forze dell’ordine . Si tratta di un 22enne e un 36enne ritenuti attigui al locale clan camorristico dei “Piscopo” egemone nei territori di Massa di Somma e San Sebastiano al Vesuvio.

I carabinieri del nucleo investigativo di polizia ambientale, agroalimentare e forestale di Napoli insieme a colleghi del nucleo tutela lavoro, hanno effettuato controlli per contrastare reati ambientali e lavoro nero a Casavatore, dove hanno sottoposto a sequestro immobili e attrezzature di una società in via Leonardo da Vinci operante nel trattamento di tintoria/lavanderia e finissaggio di capi di abbigliamento.

Dalla provincia di Brescia alla Campania per vendere tre diamanti falsi. È quanto hanno scoperto i finanzieri del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, che hanno arrestato i due truffatori, posti a disposizione della Procura di Napoli Nord. I militari del gruppo di Frattamaggiore hanno fatto irruzione all’interno di un’attività commerciale di Aversa, luogo nel quale doveva avvenire la cessione dei falsi diamanti, intervenendo durante le fasi della trattativa arrestando i due truffatori.

Una Green Map of Naples per condurre per mano cittadini e visitatori stranieri alla scoperta del verde urbano dell’Area Metropolitana di Napoli. Questo è il dono che l’Associazione Premio GreenCare vara, in distribuzione gratuita, per il Maggio dei Monumenti 2018. Ben 20mila copie, in italiano ed inglese, per presentare 37 tra ville storiche e giardini di quartiere, riserve naturali, orti botanici e chiostri, parchi urbani. E’ la prima volta che una città si dota di una carta tascabile per promuovere percorsi green per un turismo all’insegna della sostenibilità.

by -
146

L’incontro è promosso dal Cnr-Iriss e si terrà domani mattina alle 9.45

NAPOLI – La protezione e la fruizione innovativa dei beni culturali e gli strumenti di cooperazione europea, la conoscenza e l’uso dell’eredità culturale, il diritto di partecipare alla vita culturale: sono alcuni dei temi che saranno analizzati nel workshop su “Cultura, Innovazione e Servizi: Esperienze a Confronto” che si terrà nell’Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr-Iriss) domani, mercoledì 28 febbraio, a partire dalle 9.45.

Ne discuteranno con Alfonso Morvillo, direttore del Cnr-Iriss, Luisella Pavan-Woolfe, direttore dell’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa, e Serena Angioli, assessore ai Fondi Europei, Politiche Giovanili, Cooperazione Europea e Bacino Euro-Mediterraneo della Regione Campania. Modererà l’incontro Giovanni Carlo Bruno.

Le conclusioni saranno affidate a Pasquale Persico, professore ordinario di Economia Politica e associato al Cnr-Iriss.

by -
189

Occupazione e lavoro: il futuro delle professioni è ibrido e personale. Martedì 20 e mercoledì 21 febbraio al Complesso universitario di Vicenza, 26 speaker del mondo dell’Università e del lavoro ‘formano i formatori’ per il futuro dell’occupazione giovanile

VICENZA – La motivazione supera la competenza, il profilo social può essere un’arma a doppio taglio, la metà dei curriculum ricevuti sono fuori target rispetto al profilo ricercato. Parte da esempi come questi e dalle esigenze quotidiane del recruiting la prima edizione di Capitale NordEst (20-21 febbraio 2018 – Complesso Universitario viale Margherita, 87 Vicenza) l’evento dedicato al placement e all’orientamento al lavoro co-promosso da Regione Veneto, Esu di Verona con il coordinamento scientifico di Fondazione Emblema.

Obiettivo della due giorni, formare gli orientatori che operano nei centri per l’impiego, nelle università, enti e scuole per approfondire i temi della transizione studio-lavoro dei giovani e del loro percorso di ricerca di un’occupazione.

Si inizia alle 15.00 di martedì 20 febbraio con ‘Coltivare le soft skills’, la sessione che mette in luce come le caratteristiche personali e le capacità individuali dei giovani nel processo di selezione superino di gran lunga l’importanza delle competenze tecniche.

A dirlo è la ricerca promossa da Fondazione Emblema ‘Il Fattore Umano: competenze, soft skills e occupazione’ che su un campione di 300 aziende, scelte in linea con le statistiche Istat sugli occupati, rivela come ben il 96,1% guardi più alla determinazione dei candidati che alle loro capacità tecniche.

Importanti anche i dati emersi sul fronte del curriculum vitae: il 58,7% del campione di aziende considera il formato europeo poco o per niente importante mentre le attività lavorative occasionali contano tanto quanto l’esperienza all’estero e sempre più centrali sono le attività extra lavorative, l’autonomia e la versatilità. Fondamentale anche il corretto uso dei social: l’85% degli intervistati dichiara di rivedere (in negativo) il giudizio sul candidato 6 volte su 10 dopo aver consultato il profilo sui social media.

Tra gli interventi: Claudio Gentili, responsabile Education e Innovazione Confidustria; Elena Donazzan, Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro Regione Veneto; Cesare Benedetti, Presidente Zeta Farmaceutici Group; Anna Ledro, recruiting manager GlaxoSmithKline; Silvio Fortuna, Presidente Studi Universitari di Vicenza e Barbara Beltrame Giacomello, Vicepresidente Confindustria Vicenza e Giuseppe Venier, Amministratore delegato Umana.

Il 21 febbraio dalle 10.00 alle 13.00 spazio a ‘Nuovi lavori e lavori ibridi’ con un focus sull’occupabilità dei profili. Come impatta sul lavoratore e sulla formazione? Per evolvere verso l’ibridazione, il lavoratore deve fare la fatica di imparare in modo ricorrente: piccoli investimenti continui in formazione molto breve e focalizzata.

Per il mondo della formazione, invece, si apre l’era della formazione modello Lego o Plug&Play: non corsi di formazione lunghi e articolati, ma brevi e immediatamente efficaci. A queste e altre domande cercherà di dare una risposta la sessione conclusiva della prima edizione di Capitale NordEst.

Tra gli interventi: Tiziano Barone, direttore Veneto Lavoro; Francesco Musco, Docente Università Iuav di Venezia; Eugenio Calearo Ciman, presidente Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Vicenza.

Introdurrà i lavori Tommaso Aiello (nella foto), direttore generale della Fondazione Emblema.

Capitale NordEst è una iniziativa promossa da 4job, l’ufficio placement dell’ESU di Verona, e realizzata in collaborazione con la Regione Veneto e con il supporto di Fondazione Universitaria di Vicenza, Veneto Lavoro e Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Vicenza. Il coordinamento scientifico è affidato alla Fondazione Emblema, promotrice della Borsa del Placement.

Concluso il primo weekend al Nauticsud, la fiera internazionale della nautica in svolgimento alla Mostra d’Oltremare di Napoli sino a domenica 18 febbraio, e l’afflusso di visitatori indica che la 45.ma edizione del Salone gode di ottima salute. Gli organizzatori rivelano infatti che il pubblico nei primi due giorni di apertura, dei nove totali dell’esposizione, supera le 25mila presenze con una crescita rispetto allo scorso anno del 20%.

“Napoli è una delle città con il rischio vulcanico più alto al mondo, stretta tra il Vesuvio e i Campi Flegrei in zone molto urbanizzate, è molto importante mettere insieme i diversi attori della gestione del rischio, ma anche che abbia una valenza transnazionale. L’Intervento dell’Unione Europea può anche contribuire a migliorare la conoscenza dei cittadini “. Lo ha sottolineato Francesca Bianco, direttrice dell’Osservatorio vesuviano di Napoli, intervenendo oggi al Workshop europeo sulla gestione dei disastri naturali che si è svolto alla Mostra d’Oltremare. Il workshop ha portato al tavolo esperti europei, operatori della protezione civile, autorità locali itaiane e straniere per capire come fare rete nella prevenzioe e della risposta ai grandi disastri naturali, come terremoti, inondazioni, incendi boschivi, uragani. L’incontro è uan tappa del percorso del programma della Commissione europea “rescEU” che punta a sostenere i Paesi ma anche migliorare la risposta e la prevenzione delle protezioni civili e degli organi competenti.

ULTIME NOTIZIE

43
Sarebbero 2400 spalmati su tre turni di lavoro i parcheggiatori abusivi disseminati in tutta la città di Napoli: 700 di mattina, 700 di pomeriggio...