Timber by EMSIEN-3 LTD
Seguici su Facebook sulla pagina https://www.facebook.com/SIcoMunicazione
Cultura

A piedi fino a Pompei nel nome di Maria. Si rinnova, come ogni anno, il tradizionale appuntamento per migliaia di pellegrini che, fin dallalba, dalla Basilica Santa Maria del Carmine a Napoli raggiungono la città vesuviana in un cammino di fede e preghiera. Il pellegrinaggio, nato negli anni ’60 ad opera dei giovani dell’Azione Cattolica di Napoli, è oggi un evento molto atteso dai fedeli del capoluogo partenopeo e di altre diocesi campane. Moltissime le persone, tra cui tanti giovani, che si sono messi in marcia per raggiungere la città mariana, dove ad attenderli ci sarà la Vergine del Rosario, alla quale ognuno affiderà nuovamente se stesso e i propri cari. Un cammino che, partendo da Napoli, attraversa le cittadine all’ombra del vesuvio: Portici, Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata, dove, ad ogni tappa, numerosi altri pellegrini si uniscono al gruppo.

Ancora un omicidio, il quarto questa settima, tra Napoli e provincia. Una lunga scia di sangue e violenza che non tende a placarsi. A cadere sotto i colpi del killer, uno solo secondo le primissime ricostruzioni dei carabinieri che indagano sull’agguato,  questa volta è Carmine Picale, 29 anni, originario di San Giorgio a Cremano, che questa mattina, all’alba, è stato raggiunto dal sicario all’interno di un noto pub alla Riviera di Chiaia, zona della movida partenopea.

La ragazza, appena uscita da lavoro, viene stata seguita in auto fin sotto casa da tre balordi che l’aggrediscono, la palpeggiano e le prendono la borsa. Iniziano le indagini che portano all’identificazione di due banditi, 33 anni, di Grumo Nevano e Aversa, fermati il 22 marzo con l’accusa di rapina aggravata in corcorso e violenza sessuale di gruppo. Il primo malfattore viene fermato in un pub, mentre beve una birra con la compagna, l’altro nel suo comune. Il terzo, bloccato oggi dai carabinieri della stazione Vomero-Arenella, in esecuzione dell’ordinanza emessa dal gip.

#INCANTANAPOLI riunisce i cori arcobaleno d’Italia il 27 e il 28 maggio nel capoluogo partenopeo. In particolare, il 27 ci saranno una serie di flash mob corali nelle piazze del centro antico e una ensamble, alle 21, sul palco della manifestazione “Futuro remoto” in corso in piazza del plebiscito. Il 28 maggio i cori si esibiranno invece sul palco del Massimo partenopeo.

Affermare con azioni concrete e misurabili l’empowerment delle donne come opportunità di sviluppo globale per la società. Una società in cui le donne abbiano accesso al mercato del lavoro, a studi scientifici, ai servizi per la salute e all’integrazione delle donne migranti. E’ questo quanto emerso nella dichiarazione finale del G7 delle Donne, organizzato dalla Rete 2017 Women 7 (W7) e che ha avuto luogo a Roma lo scorso aprile, i cui risultati saranno discussi all’ormai imminente G7 di Taormina.Per discutere e approfondire questi temi nell’ambito della road map elaborata dalla Presidenza Italiana del G7, la rete Donne Meridiane e la Fondazione FoQus hanno organizzato un convegno.

by -
175

Sarà consegnato il prossimo 24 giugno il Premio Raffaele Viviani – Cantieri Viviani all’attore e regista Gigi Proietti. Lo hanno annunciato il sindaco di Castellammare di Stabia Antonio Pannullo e il direttore artistico Giulio Baffi al pubblico delle Antiche Terme di Stabia, durante la presentazione e  l’inaugurazione delle quattro mostre realizzate per il primo Festival Viviani. Proietti, raggiunto telefonicamente sul set del film “Il premio” di Alessandro Gassmann, si è detto felice dell’importante riconoscimento che ritirerà al termine delle riprese. La consegna avverrà nel corso di un pomeriggio di festa a Castellammare di Stabia in cui saranno presentate al grande attore tutte le attività realizzate in nome del drammaturgo stabiese nell’ambito del progetto Cantieri Viviani – Premio Viviani.

Il Festival Viviani, sostenuto dalla Regione Campania, curato da Giulio Baffi e realizzato dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Luigi Grispello, con la collaborazione del Comune di Castellammare di Stabia e Le Nuvole, prosegue fino a domenica 28 maggio, nel Parco delle Antiche Terme di Stabia, riaperte per l’occasione dopo 16 anni di abbandono.

In programma sabato 27 maggio i concerti di “Cantiere Guaglione”, con gli allievi del liceo musicale Margherita di Savoia di Napoli, il recital  “Guerra e pace” di Anna Spagnuolo  e la prima assoluta di “Fonti Viviani” concerto – spettacolo di Pasquale Scialò con Tonino Taiuti, Lalla Esposito, Massimo Masiello, Ingrid Sansone. Il Festival Viviani si conclude domenica 28 con lo spettacolo “Viviani all’opera dei pupi” con Aldo De Martino e Violetta Ercolano, il concerto  “Devoti a

Viviani” della Piccola Banda Urbana, lo spettacolo  “1926 Stazione Viviani fermata in via Gemito” con Gabriele Saurio e la prima assoluta di “Cosmopolita Napulitano” con l’Orchestra di piazza Vittorio, e con la partecipazione straordinaria di Viviana Cangiano e Peppe Servillo. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

by -
99

Un concerto unico, nella straordinaria location delle Catacombe di San Gennaro a Napoli per ripercorrere in note la storia del Jazz. Una traiettoria rivissuta grazie al duo pianistico jazz Paolo Alderighi e Stephanie Trick, con la partecipazione speciale del vibrafonista e batterista Martin Breinschmid. Sono passati ormai cent’anni da quando nel 1917 la Original Dixieland Jass Band di New Orleans si recò in studio a New York per registrare quelle che sono state considerate le prime incisioni di musica jazz della storia. Nello stesso anno moriva il “Re del Ragtime” Scott Joplin e nascevano alcune importanti personalità del jazz: il pianista e compositore Thelonious Monk, il batterista Buddy Rich e la cantante Ella Fitzgerald. E Paolo Alderighi e Stephanie Trick sono tornati a Napoli proprio per raccontare una storia musicale che parla di personalità illustri, di brani di successo, di avvenimenti significativi occorsi in cento anni di jazz. Un concerto all’insegna delle celebrazioni in cui all’euforia e alla spettacolarità della musica jazz dei primi decenni si è contrapposta l’eleganza e l’intensità del repertorio dei grandi songwriter americani. Tra virtuosismi e melodie sussurrate i pianisti hanno fatto saggio anche delle diverse tecniche pianistiche, adattate ai vari generi del Jazz: dai classici, all’Hot Jazz, dallo Swing a boogie woogie, accompagnati ora dalla solidità ritmica della batteria, ora dalle scale sapientemente utilizzate al vibrafono da Martin Breinschmid. E il risultato è stato un successo, tributato dagli esperti e dal pubblico che gremiva la chiesa di San Gennaro Extra Moenia. Tra le note, spazio anche alla solidarietà: l ricavato dell’evento è stato infatti devoluto alla Fondazione di Comunità San Gennaro Onlus per sostenere il progetto MEMO delle mamme del Rione Sanità.

«In Campania i bambini e gli adolescenti si ammalano con la stessa frequenza che nel resto d’Italia senza evidenziare differenze geografiche significative tra le province regionali». È il risultato della prima indagine del registro tumori infantile relativa al quinquennio 2008-2012 che ha riguardato i residenti campani di età compresa tra 0 e 19 anni, con particolare attenzione ai comuni della Terra dei fuochi. A presentare i dati il governatore Vincenzo De Luca con il consigliere per la sanità, Enrico Coscioni.

«La mafia non è agenzia di servizi che da lavoro per combattere la disoccupazione. Qui la scelta è tra essere uomini liberi o schiavi della mafia». Nel nome di Falcone e Borsellino 25 anni dopo il procuratore generale di Napoli Luigi Riello lancia un appello affinché tutti i giorni ci sia un impegno vero, importante e quotidiano. Lo fa dal palco del teatro Augusteo, davanti ad una folla di ragazzi provenienti dalle scuole di Scampia, di San Giovanni a Teduccio, della Sanità e di tanti altri quartieri napoletani che hanno partecipato all’iniziativa ‘Palermo chiama Italia’ con cui si ricorda Giovanni Falcone a 25 anni dalla strage di Capaci.

ULTIME NOTIZIE