Timber by EMSIEN-3 LTD
Seguici su Facebook sulla pagina https://www.facebook.com/SIcoMunicazione
Cronaca

by -
270

“Il sistema delle autonomie locali è l’infrastruttura di base istituzionale amministrativa e socio-economico-culturale del Paese. Ed è chiaro che i processi di semplificazione e digitalizzazione amministrativa diventano centrali per l’ammodernamento e l’efficienza del sistema stesso”. Così, Bruno Pinti, Presidente di Campus Città del Sapere, Polo Universitario di Napoli dell’Università degli Studi di Roma UNITELMA Sapienza al convegno dal titolo “Nuovi modelli istituzionali, organizzativi e di governo per i comuni digitali”. L’iniziativa, organizzata dal Campus Città del Sapere Polo di Napoli dell’Università degli Studi di Roma UNITELMA Sapienza, in collaborazione con l’Anci, la Città Metropolitana di Napoli e la Snad (Scuola Nazionale di Amministrazione Digitale), vedrà, tra gli altri, gli interventi di: Luigi de Magistris (Sindaco della Città Metropolitana di Napoli), Bruno Pinti (Presidente di Campus Città del Sapere), Francesco Avallone (Rettore Università degli Studi di Roma UNITELMA Sapienza), Carimne Sgambati (Assessore alla Polizia Locale metropolitana e Consorzio Sole), Domenico Tuccillo (Presidente Anci Campania), Donato A. Limone (Direttore della Scuola Nazionale di Amministrazione Digitale dell’Università degli Studi di Roma UNITELMA Sapienza)

A piedi fino a Pompei nel nome di Maria. Si rinnova, come ogni anno, il tradizionale appuntamento per migliaia di pellegrini che, fin dallalba, dalla Basilica Santa Maria del Carmine a Napoli raggiungono la città vesuviana in un cammino di fede e preghiera. Il pellegrinaggio, nato negli anni ’60 ad opera dei giovani dell’Azione Cattolica di Napoli, è oggi un evento molto atteso dai fedeli del capoluogo partenopeo e di altre diocesi campane. Moltissime le persone, tra cui tanti giovani, che si sono messi in marcia per raggiungere la città mariana, dove ad attenderli ci sarà la Vergine del Rosario, alla quale ognuno affiderà nuovamente se stesso e i propri cari. Un cammino che, partendo da Napoli, attraversa le cittadine all’ombra del vesuvio: Portici, Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata, dove, ad ogni tappa, numerosi altri pellegrini si uniscono al gruppo.

Ancora un omicidio, il quarto questa settima, tra Napoli e provincia. Una lunga scia di sangue e violenza che non tende a placarsi. A cadere sotto i colpi del killer, uno solo secondo le primissime ricostruzioni dei carabinieri che indagano sull’agguato,  questa volta è Carmine Picale, 29 anni, originario di San Giorgio a Cremano, che questa mattina, all’alba, è stato raggiunto dal sicario all’interno di un noto pub alla Riviera di Chiaia, zona della movida partenopea.

La ragazza, appena uscita da lavoro, viene stata seguita in auto fin sotto casa da tre balordi che l’aggrediscono, la palpeggiano e le prendono la borsa. Iniziano le indagini che portano all’identificazione di due banditi, 33 anni, di Grumo Nevano e Aversa, fermati il 22 marzo con l’accusa di rapina aggravata in corcorso e violenza sessuale di gruppo. Il primo malfattore viene fermato in un pub, mentre beve una birra con la compagna, l’altro nel suo comune. Il terzo, bloccato oggi dai carabinieri della stazione Vomero-Arenella, in esecuzione dell’ordinanza emessa dal gip.

#INCANTANAPOLI riunisce i cori arcobaleno d’Italia il 27 e il 28 maggio nel capoluogo partenopeo. In particolare, il 27 ci saranno una serie di flash mob corali nelle piazze del centro antico e una ensamble, alle 21, sul palco della manifestazione “Futuro remoto” in corso in piazza del plebiscito. Il 28 maggio i cori si esibiranno invece sul palco del Massimo partenopeo.

Affermare con azioni concrete e misurabili l’empowerment delle donne come opportunità di sviluppo globale per la società. Una società in cui le donne abbiano accesso al mercato del lavoro, a studi scientifici, ai servizi per la salute e all’integrazione delle donne migranti. E’ questo quanto emerso nella dichiarazione finale del G7 delle Donne, organizzato dalla Rete 2017 Women 7 (W7) e che ha avuto luogo a Roma lo scorso aprile, i cui risultati saranno discussi all’ormai imminente G7 di Taormina.Per discutere e approfondire questi temi nell’ambito della road map elaborata dalla Presidenza Italiana del G7, la rete Donne Meridiane e la Fondazione FoQus hanno organizzato un convegno.

Blitz antiproibizionista di Radicali Italiani a Napoli, dove oggi ha fatto tappa il “tour disobbediente” della campagna Radical Cannabis Club. In occasione di un incontro sulla legalizzazione con il sindaco De Magistris, la presidente di Radicali Italiani Antonella Soldo ha piantato e innaffiato davanti alle telecamere un seme di cannabis, come già fatto a Roma, Milano, Torino, Bari e Foggia.

Gli attivisti dei centri sociali italiani e napoletani annunciano che domani saranno in Sicilia per manifestare il loro disappunto contro la politica di Trump e del potere centrale. Stanotte la partenza in nave e domani lo sbarco all’alba.

by -
92

L’Università di Napoli Federico II, fondata il 5 giugno 1224, festeggia i suoi settecentonovantatre anni. Ricca di eventi la terza edizione dell’appuntamento di celebrazioni al via da martedì 6 giugno con un concerto di musica classica presso l’orto botanico e lo show di Goran Bregovic in serata a piazza del Gesù.

by -
93

Un incendio divampato nella notte ha ridotto in cenere migliaia di documenti all’interno della archivio-biblioteca del cimitero di Poggioreale a Napoli. E immediate sono partite le indagini per verificare se si sia trattato di un rogo doloso. Appena poche ore prima infatti, i militari della sezione di polizia giudiziaria della guardia di finanza della procura di Napoli, coordinati dal procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli, avevano infatti sequestrato tre cappelle con centinaia di loculi. Nicchie, ritenute oggetto di una compravendita vietata dal regolamento di polizia mortuaria e finite dunque nelle maglie dei controlli. Non a caso a coordinare le indagini sul rogo e seguire il lavoro della polizia scientifica sul posto, sono stati proprio i finanzieri e il procuratore Piscitelli. La biblioteca sorge al piano terra nello stesso stabile che ospita la direzione del cimitero e accanto a quello che ospita gli uffici della polizia mortuaria. E custodisce importanti documenti storici sulle assegnazioni di loculi. Un luogo sicuro che, se si provasse il dolo, sarebbe stato violato senza troppi problemi. Per questo motivo, il riserbo e la cautela sull’inchiesta, in attesa dei riscontri della scientifica, è massimo. Già a giugno fu svelato un giro di affari milionario con nicchie vendute il triplo rispetto alle normali concessioni comunali e in quell’ambito furono sequestrate otto cappelle nel quadrato monumentali, ognuna con un centinaio di loculi. Ieri il nuovo blitz della finanza sull’indagine del caro estinto. Meno di 24ore dopo le fiamme.

ULTIME NOTIZIE