[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Facevano arrivare clandestinamente centinaia di persone da Iran Nigeria ed Ucraina, favorendone matrimoni fittizi con cittadini italiani e producendo documenti falsi per la circolazione di auto radiate dai registri della Motorizzazione. I Carabinieri della compagnia di Marcianise hanno arrestato dieci persone operanti nell’ agro aversano e, secondo le indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord, facenti parte di due bande criminali composte da cittadini ucraini ed italiani. I dieci sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere, favoreggiamento dell’ immigrazione clandestina, truffa aggravata e ricettazione. Le indagini hanno ricostruito una ventina di matrimoni fittizi, celebrati a Quarto, Giugliano in Campania, Napoli e Pozzuoli tra italiani e stranieri, finalizzati a permettere agli immigrati la permanenza in Italia dietro pagamento di somme di denaro

[/vc_column_text][vc_column_text]

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]