Si è svolto nell’aula magna del centro congressi della Federico II in via Partenope,  il convegno “Riflessioni sulla nuova responsabilità professionale sanitaria” dove si è discusso del disegno di legge sulla modifica della responsabilità professionale sanitaria. Quella sulla responsabilità professionale sanitaria è una norma che va a colmare una lacuna legislativa che consentirà di ridurre il ricorso alla medicina difensiva e permetterà al servizio sanitario nazionale di risparmiare ingenti risorse da destinare alla tutela della salute dei cittadini. Un testo equilibrato che tutela i cittadini, perché ristabilendo l’equilibrio nel rapporto medico-paziente ed abbattendo analisi ed esami inappropriati, si ridurranno automaticamente le liste d’attese, dando ai cittadini la possibilità di fare gli esami necessari nei tempi giusti, nel rispetto dell’equità di accesso alle cure sanitarie. Una legge che vuole garantire la sicurezza delle cure, che anche grazie alla formazione del personale sanitario e al monitoraggio sugli errori sanitari, consentirà di conoscere cause, frequenza ed entità dei danni e di poter evitare il ripetersi di eventi avversi.