Tra una settimana all’incirca le urne si saranno aperte e si saranno chiuse. Pochi giorni ancora di campagna elettorale per le elezioni regionali. Sul fronte centrosinistra, candidato a governatore Vincenzo De Luca, è il consigliere regionale e candidato Gianluca Daniele del Partito Democratico, da Quarto, a ricordare l’importanza della coesione e dell’unità.

Stefano Caldoro, candidato a Palazzo Santa Lucia per il centrodestra, punta su due temi molto caldi: la sanità e la riapertura delle scuole, puntando il dito verso l’attuale giunta, che è succeduta alla sua. Tra le proposte per la scuola test e tamponi di massa, unità medica in ogni istituto, entrate e uscite flessibili. Sul lato ospedaliero punta a un confronto sulle chiusure della giunta Bassolino e le sue riaperture.

Valeria Ciarambino, candidata a governatore per il Movimento Cinque Stelle, dopo una chiusura di settimana all’insegna delle tematiche trasporti e ambiente punta sulla salute pubblica e denuncia una perdita stimata in 2400 posti posti letto, la chiusura di reparti e ospedali, nel corso dei governi regionali a guida prima Caldoro e poi De Luca.

Un patto per la mobilità sostenibile è quello che chiede Giuliano Granato, candidato alla regione per Potere al Popolo, denunciando l’ammassamento di passeggeri sulla circumvesuviana.

Luca Saltalamacchia, candidato per Terra, denuncia invece la situazione del Fiume Sarno, specchio d’acqua tra i più inquinati d’Europa, annunciando un impegno duro contro chi illegalmente sversa liquami nei corsi fluviali.

Da Caserta per il Partito delle Buone Maniere a concorrere per Palazzo Santa Lucia è Giuseppe Cirillo.