Un gol straordinario, da stropicciarsi gli occhi, con la maglia azzurra, quella della Nazionale però. Lorenzo Insigne ha fatto vedere una volta di più un talento superlativo. Il gol al volo contro la Bosnia l’ha visto tutta l’Europa, e non è escluso che abbia aiutato ad attirare le attenzioni dei grandi club del continente verso il fantasista napoletano.

Chissà che a De Laurentiis non arrivi una super offerta, magari da una squadra di Premier League, una di quelle irrinunciabili. E chissà che non possa essere proprio la una cessione come questa quella necessaria per finanziare il mercato in entrata. Perché nell’orbita Napoli gravitano nomi importanti, perciò costosi. Quello che risuona più forte nelle ultime ore è quello di James Rodriguez. Fantasista colombiano di proprietà del Real Madrid che nelle ultime due stagioni ha giocato al Bayern Monaco, senza fare proprio una grande impressione. Ma il talento è indiscutibile, è quello che convinse Florentino Perez a sborsare 80 milioni di euro nell’estate 2014 subito dopo i Mondiali in Brasile.

Il giocatore accetterebbe di buon grado di trasferirsi a Napoli, se non altro per ritrovare l’allenatore che più di tutti è riuscito a valorizzarlo e ad entrare in sintonia con lui. Il problema semmai è trovare la formula giusta per convincere il Real Madrid. Il Napoli starebbe pensando ad un prestito oneroso, circa 5 milioni di euro, con diritto di riscatto. E il club azzurro pagherebbe volentieri anche uno stipendio importante come quello del colombiano, che sarebbe il più alto dello spogliatoio napoletano.

E se la trattativa con il Real Madrid – che intanto chiede Fabian ma il Napoli non vuole cederlo – dovesse complicarsi, ecco pronte le alternative. Rodrigo De Paul dell’Udinese e Pablo Sarabia del Siviglia. Decisamente più semplice raggiungere uno dei due calciatori, ma al momento le attenzioni in quel ruolo sono rivolte esclusivamente su James.

Difensori

In uscita, invece, i due terzini Hysaj e Mario Rui, dai quali il Napoli spera di ricavare almeno una cinquantina di milioni da reinvestire sul mercato. Ma non necessariamente per dei pari ruolo. Perché sul binario destro Ancelotti ha già a disposizione Malcuit e il neoacquisto Di Lorenzo.

Mentre a sinistra la garanzia è Ghoulam, per il quale si cerca un’alternativa di livello. Difficile però che arrivi uno dei primi obiettivi azzurri in quel ruolo, vale a dire Castagne e Theo Hernandez, che difficilmente accetterebbero il ruolo di riserva, o comunque di dividere i minuti con l’algerino. Allora ecco che spunta il nome di Fares, laterale della Spal che ha appena chiuso un’ottima stagione.

Il calciomercato non è ancora iniziato ufficialmente. Ma è già entrato in fermento, e il Napoli non sta di certo a guardare.