Se ci bloccano il futuro noi blocchiamo la città. È un vecchio coro degli studenti in protesta. Stavolta a manifestare sono i ragazzi del Liceo Umberto I di Napoli. La causa: i bagni inagibili da mesi su alcuni piani dell’edificio. E i lavori che andavano fatti l’estate scorsa, si prolungano durante l’anno scolastico.
Un lungo corteo di qualche centinaio di studenti del ginnasio e del liceo ha iniziato a intonare cori alle porte dell’istituto, poi si è spostato in Piazza Matteotti. Perché il bersaglio delle critiche non è solo il preside Carlo Antonelli, che avrebbe accusati di aver otturato i servizi. Ma la gestione pubblica: quindi le proteste sono arrivate fino alla sede della Città Metropolitana.