E’ partito con dati più che positivi il nuovo contratto stipulato tra il Comune di Napoli e l’Asia, azienda integrata di gestione dei servizi ambientali. Nel gennaio del 2019 la raccolta differenziata ha raggiunto e superato il 40%, più che raddoppiata rispetto al 13% del 2008, anno in cui iniziò la sperimentazione Porta a Porta. Aumentata anche la quota di cittadinanza raggiunta, dagli 87mila di partenza al quasi mezzo milioni di oggi. Il nuovo contratto, presentato dal sindaco Luigi de Magistris e dall’assessore all’ambiente Raffaele Del Giudice, nella sala giunta di Palazzo San Giacomo, prevede tra le specifiche l’adozione di modelli di raccolta più sostenibili, per aumentare la differenziata e ridurre i costi. Nell’occasione è stata anche illustrata la app di ASIA, che consente di conoscere per ogni rifiuto la giusta collocazione, segnala le isole ecologiche territoriali e quelle mobili, i luoghi in cui lasciare elettrodomestici e rifiuti ingombranti, fornisce calendari, orari e numeri per i servizi e consente di segnalare gli sversamenti abusivi di rifiuti. Il primo cittadino ha anche annunciato un nuovo piano di assunzioni per ASIA, in quanto vi è molto personale che ha superato i sessant’anni di età.