Nella Chiesa di Sant’ Anna dei Lombardi di Napoli, l’ Arma dei Carabinieri ha celebrato la sua patrona, La Beata Vergine Maria Virgo Fidelis, con una messa officiata dall’ Arcivescovo di Napoli, Cardinale Crescenzio Sepe. Alla cerimonia e’ intervenuto il Comandante Interregionale Carabinieri Regione dell’ Etiopia meridionale “Ogaden”, Generale di Corpo d’ Armata, Giovanni Nistri, il quale ha ricordato l’ eroico fatto di armi conclusosi il 21 novembre 1941 durante la seconda guerra mondiale in Africa Orientale. “Un intero battaglione di carabinieri dimostrando profondo amor di Patria e granitica fedelta’ al giuramento prestato si immolo’ per impedire l’ avanzata nemica”, ha sottolineato il Comandante. Nel 1949, nel ricordo di questo episodio, il Pontefice Pio XII decise di proclamare la Beata Vergine Maria Virgo Fidelis Patrona dell’ Arma fissando proprio al 21 novembre la data della ricorrenza. La cerimonia si e’ conclusa con la celebrazione della “Giornata dell’ Orfano”, in occasione della quale sono stati consegnati riconoscimenti ad 11 giovani orfani residenti in Campania particolarmente distintisi negli studi, assistiti dall’ Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’ Arma dei Carabinieri, ente morale che dal 1948 grazie al contributo volontario di tutti i Carabinieri sostiene nella crescita e nell’ istruzione gli orfani dei militari dell’ Arma mediante l’ elargizione di sussidi.