Le partite di ritorno sono così, inevitabilmente condizionate dal punteggio d’andata, specie se si tratta di una vittoria in trasferta che lascia pochi spazi a sorprese. Ma ogni gara fa storia a sé. Lo sa bene Carlo Ancelotti, che al San Paolo vuole vedere il suo miglior Napoli per archiviare in fretta la pratica Zurigo e volare agli ottavi di Europa League. L’obiettivo è confermare, e se possibile andare oltre, le buone sensazioni avute nella gara con il Torino. Dove per il tecnico azzurro ha detto di aver visto un buon Napoli”, gol a parte. Già, perché gli azzurri hanno perso smalto sotto porta in questo 2019, e fanno fatica a trovare la rete, proprio nel momento più caldo della stagione. Contro lo Zurigo ci sarà ugualmente un po’ di turn over, come annunciato dallo stesso Ancelotti. Allora chance dal primo minuto per Chiriches in difesa, Diawara a centrocampo e Verdi, da impiegare largo sulla fascia o in attacco. Perché in questo periodo, come ha detto il tecnico, sotto esame devono sentirsi un po’ tutti.