A Napoli con lo Street Food

Di fronte alla crisi lavorativa che colpisce soprattutto i giovani neolaureati, a volte un pizzico di intraprendenza può fare la differenza. È il caso di Apecar, carrettini e camioncini allestiti per eventi o per la vendita nelle piazze di pizze, cuoppi e leccornie varie che con un pizzico di fantasia  hanno aperto un nuovo filone dello street food. A Napoli il cibo di strada è diventata una vera e propria arte, non solo culinaria. Quando poi menti brillanti incontrano l’ooportunità di reinventarsi, come è accaduto per Michele de Rosa, che ha posto quanto imparato nella facoltà di architettura al servizio dello street food. Antesignano di un business in costante crescita è Johnny Take Uè, che di Apecar allestiti per la vendita in strada di pizza a Portafoglio ha fatto un arte e ha aperto anche un locale al Vomero con un nuovo allestimenti completamente ecocompatibile, curato proprio dal professor Flora e i suoi studenti. Non si è pensato solo all’innovazione ma anche alla tradizione, con i corsi di pizzaiolo pensati per il cittadino, al pari di corsi di cucina, che partiranno grazie alla collaborazione con l’Università della Cucina Mediterranea.