Sono circa 17 mila i beni confiscati alla criminalità organizzata e riassegnati per uso sociale o per finalità economiche. Altri 16 mila circa (la cifra è in continuo aggiornamento) sono attualmente affidati all’ Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati. Il dato è emerso nell’incontro con la stampa del direttore nazionale dell’Agenzia, Bruno Frattasi nella prefettura di Napoli dove sono si è svolta la Conferenza dei servizi per l’assegnazione di 746 beni sequestrati (per un valore complessivo di 50 milioni di euro) nelle province di Napoli, Caserta ed Avellino.