Sarebbero 70 i casi di coronavirus accertati (gran parte tra le consorelle), in una casa di riposo per suore a San Giorgio a Cremano. La positività riguarda suore (due con l’influenza) e operatori di una residenza di riposo per le religiose. Il tutto è iniziato qualche giorno fa quando fu detto informalmente di una suora positiva e la Madre Superiora ha deciso, con grande senso di responsabilità e prontezza, di far fare alle suore i tamponi privatamente, pur di mappare nell’immediato la situazione. Il sindaco Giorgio Zinno ha contattato l’Asl di riferimento. La paura cresce nel comune vesuviano. Nonostante le restrizioni e le continue raccomandazione c’è chi non rispetta le disposizioni ed il rischio contagio è elevato