Certezze sul proprio futuro lavorativo e un secco no alla cessione con relativa riconversione dell’impianto di Via Argine, senza certezze circa il mantenimento dei livelli attuali di occupazione, è quanto continuano a chiedere i lavoratori della Whirlpool di via Argine dopo che la società miltinazionale ha ribadito la sua volontà di cedere in una riunione al Ministero dello Sviluppo Economico, una scelta non condivisa dal ministro Stefano Patuanelli, che ha ribadito la sua totale vicinanza ai lavoratori.
 
Scesi in piazza nella loro città, i lavoratori hanno sfilato in corteo, incassando l’appoggio anche dei navigator campani, ancora senza la possibilità di poter entrare in servizio e degli studenti universitari. A sfilare con i dipendenti di #Whirlpool il sindaco Luigi de Magistris.