Un manifesto contro le discriminazioni territoriali. «Un risorgimento di diritti e doveri fondato sull’uguaglianza e l’unità di destino, contro le discriminazioni territoriali e razziali, di cui sono espressione il leghismo, i sovranismi e la pretesa dell’autonomia differenziata delle regioni ricche del Nord in danno del Sud», con queste parole il deputato di Liberi e Uguali, Federico Conte, insieme alla vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera, Michela Rostan, annunciano la presentazione dell’associazione ‘Cittadino Sudd’ al Gran Caffè Gambrinus di piazza Trieste e Trento. «La proposta del Governo sull’autonomia differenziata accentua il gap tra il nord e il sud del Paese sulla fruizione dei diritti civili elementari come quelli alla sanità, all’istruzione e al lavoro – dichiara la deputata Michela Rostan – mettendo in serio pericolo l’unità nazionale. Il manifesto di Cittadino Sudd sta raccogliendo tantissime adesioni tra i lavoratori, nel mondo della politica, della cultura, delle professioni e soprattutto da parte di tanti giovani che non ci stanno ad assistere inermi all’ennesima truffa ai danni del Sud. La sfida dell’autonomia deve favorire tutti i cittadini italiani, non solo coloro che hanno redditi alti. Altrimenti è secessione dei ricchi».