“Ingiustizia italiana” questa la definizione che il legale di Rossopomodoro, Angelo Pisani, ha dato allo sfratto forzato avvenuto in queste ore ai danni della pizzeria presente nel Multibit di Casoria. Lo sfratto è stato ordinato dal tribunale di Napoli Nord e dal proprietario dell’immobile in cui risiedeva il ristorante. La chiusura dell’attività è stata imposta perché sfornava pizze grandi e piccole, da tavolo e da asporto.