Trafugavano opere d’arte per rivenderle. Un danno al patrimonio artistico inestimabile e i carabinieri del nucleo tutela del patrimonio di Napoli, durante una conferenza stampa hanno illustrato l’operazione di recupero di un ovale ricavato da una pala d’ALTARE. L’opera del 1700 era stata rubata nel 1992. Si tratta di una Madonna del Rosario trafugata dalla chiesa di San Michele di Gete in provincia di Salerno. Consultando il catalogo di una casa d’asta con la banca dati, i carabinieri hanno accertato che l’ovale era in realtà il pezzo centrale di una pala. Valore d’asta 200 mila euro. La base d’asta partiva da 30 mila euro. L’opera è evidentemente modificata. Tagliata in più punti e coperta in altri da pittura in piombo in modo da cancellare alcuni particolari. Ascoltiamo i dettagli dal capitano Gianpaolo Brasili comandante del nucleo tutela del patrimonio